Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ospedale: di notte, parenti di minori lasciati senza letto

Riceviamo e pubblichiamo:

Buongiorno.. mio figlio è stato ricoverato in pediatria e ne è uscito dopo 5 giorni.
Vige l’obbligo per i genitori di rimanere al fianco del malato anche la notte.
Devo sottolineare il buon trattamento riservato ai pazienti e la professionalità del personale , ma… possibile che la notte noi genitori si debba dormire (?) su scomodissime poltrone o, come nel mio caso, su materassino e sacco a pelo per terra? Possibile che in un ospedale moderno dove coesistono ampi spazi vuoti, luoghi di meditazione (la stanza del silenzio), non si preveda la possibilità di rimanere civilmente a fianco del proprio caro, malato, durante la notte?
Altra spina dolente: il parcheggio, a mio parere puro sciacallaggio.
A fronte dei 1000 posti a pagamento, ve ne sono 20 a tempo (max 2 ore), sempre pieni e qualcuno “abusivo” (si passa dai campi).
Il prezzo è assolutamente spropositato, soprattutto per chi come me ha dovuto assistere più giorni il proprio figlio senza dover tener conto di tariffe agevolate, abbonamenti (!), non oso pensare quanto è costretto a pagare chi segue un parente ammalato di una malattia cronica. Si specula sul dolore!!!!
Con chi prendersela? "Dal 2009 AMGA gestisce i parcheggi pubblici del Comune di Legnano e nell’agosto 2011 ha ultimato la costruzione del parcheggio del nuovo Ospedale di Legnano su una superficie di 34.000 mq con 1000 posti auto coperti con pensiline dotate di un impianto di 7800 pannelli fotovoltaici che producono ogni anno circa 2 milioni di Kwh". Così cita il bilancio di AMGA..
Al 31/12/2016 risulta che il Comune di Legnano possiede il 65% del capitale sociale di AMGA.
Voci di business AMGA
Parcheggi 2.243.587 Euro 20% (per tutti i 2000 parcheggi gestiti da AMGA, dove l’Ospedale fa la parte più importante infatti si legge: Incremento fatturato parcheggi (+K€ 47) per effetto di maggiore utilizzo dei parcheggi cittadini e dell’ospedale di Legnano)
Fotovoltaico 487.533 Euro 4%
Manutenz. impianti parcheggi 196.948 Euro
Un ottimo affare, visto che già la quota del fotovoltaico prodotto dall’impianto dell’ospedale copre ampiamente tutte le spese di tutti i parcheggi.
Peccato che ciò venga fatto sulla pelle dei cittadini, soprattutto per coloro costretti ad assistere i parenti malati.
Mi sono recato anche in bicicletta, la pista ciclabile si interrompe più volte e lo stradone è pericoloso (tanto l’ospedale è vicino). I posti per le bici sono una decina.

Carlo Barbui


(m. tajè) - Prima della pubblicazione, abbiamo invitato il lettore a prendere contatto direttamente con la direzione ospedaliera per una risposta più precisa di quella che avremmo potuto fornire noi e soprattutto con un carattere ufficiale. A distanza di giorni, il lettore ci segnala che ha ricevuto soltanto una risposta formale, senza alcuna spiegazione. Non sappiamo se la pubblicazione di questa lettera solleciterà più attenzione. Il lettore, probabilmente, ne è convinto.
Per quanto riguarda il problema parcheggio e la questione fotovoltaico, proprio nei giorni scorsi Amga ha rilasciato alle redazioni della stampa locale alcuni dati inseriti anche in un nostro servizio (leggere qui).

Per quanto riguarda espressioni come "sciacallaggio" e "speculazione sul dolore", ci risulta che in zona tutti gli ospedali, pubblici e privati, prevedono zone a pagamento (qui quelli previsti a Legnano). Purtroppo, per quello di Legnano, la zona periferica limita quelli a titolo gratuito oppure a disco orario. Circostanza, quest'ultima, sulla quale il nostro lettore pone particolare accento.