Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Gita fuori porta al Monastero di Torba per la festa di San Martino

Questo fine settimana vi proponiamo una gita fuori porta autunnale al Monastero di Torba a Gornate Olona dove questo weekend si festeggia San Martino e le tradizioni contadine correlate a questa festa.

DOMENICA 10 NOVEMBRE

Dalle 14 degustazione di vini e castagnata e per tutto il pomeriggio visite guidate con approfondimenti sulla figura del santo guerriero per antonomasia, San Martino, e sulle tradizioni contadine correlate alla sua festa. La leggenda del santo soldato che si fece monaco verrà ricordata esplorando gli antichi spazi monastici. Sarà richiamato anche il significato di questo momento dell'anno per la civiltà contadina. La visita di approfondimento sarà, inoltre, occasione per sfiorare il tema dei santi guerrieri, venerati in particolar modo nell'alto medioevo e dalla civiltà longobarda. La metafora del cavaliere santo, che tanto fascino esercitò sull'immaginario medievale, troverà voce e spiegazione fra le sale del monastero, fra le raffigurazioni dei santi e dei martiri ancora osservabili nelle pitture.

IL MONASTERO

Quella del complesso di Torba è una vicenda antichissima che ha origine nel V secolo d.C., quando i Romani costruirono le mura di un avamposto militare contro la minaccia dei barbari, nei pressi del borgo di Castelseprio. Ancora oggi il torrione di guardia rimane a testimonianza della funzione originaria del castrum, portata avanti anche da Goti, Bizantini e Longobardi e poi mutata nel tempo. Da roccaforte difensiva, Torba divenne centro religioso con l’insediamento di un gruppo di monache benedettine che nell’VIII secolo fece costruire il monastero e, più tardi, la piccola chiesa. Nel Quattrocento le Benedettine si trasferirono e per Torba cominciò un lento declino che portò il complesso a tramutarsi in azienda agricola e, a inizio Ottocento, a perdere la propria funzione religiosa per scivolare gradualmente in uno stato di degrado interrotto solo nel 1976 grazie al FAI.

BIGLIETTI

Il biglietto include: l'ingresso, la visita guidata, una porzione di castagne e una degustazione di vino.
Iscritti FAI, residenti Gornate Olona: € 4,00
Intero: € 10,00
Ridotto (6-18 anni): € 5,00
Famiglia (2 adulti + 2 bambini): € 25,00

(Valeria Arini)