Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Carlo Cottarelli "inaugura" il Convivio del Collegio Rotondi

Al Collegio Rotondi di Gorla Minore nasce un nuovo centro culturale. E ad inaugurarlo ci sarà un ospite di spessore: Carlo Cottarelli, direttore dell'Osservatorio sui conti pubblici dell'Università Cattolica di Milano, che parlerà del tema: “L'economia italiana: la situazione attuale e le prospettive per il futuro”.

Il centro culturale "Convivio" è nato grazie al desiderio del rettore don Andrea e del comitato scientifico. La scelta del nome si rifà a un antico nome dantesco per richiamare «un’azione ed un intento sempre attuali: quelli di diffondere il più largamente possibile il pane del sapere, inteso quale strumento indispensabile perché la persona possa risplendere nelle sue potenzialità e dignità. È quell’umanesimo a cui ci spinge la nostra natura umana e che è lo scopo, per noi istituzione cristiana ed ecclesiale, della rivelazione di Dio all’uomo. L’intento è quello di dialogare con tutti gli uomini pensanti per contribuire ad illuminare le mille sfaccettature del prisma costituito dalla realtà storica che stiamo vivendo».

I temi che verranno affrontati, oltre a Cottarelli, toccheranno gli argomenti dell'«odierno travaglio ecclesiale sotto la spinta del papato di Papa Francesco (Bartolomeo Sorge), dal tema dell’effettiva necessità dei farmaci sempre più pubblicizzati (Gianni Tognoni) alla modifica delle relazioni umane in un mondo sempre più virtuale (Adriano Pessina), per terminare su una riflessione sui principi dei nostri comportamenti privati e pubblici in un’epoca di transizione di valori come la nostra (Aristide Fumagalli). Le nostre relazioni culturali ci hanno permesso di poter invitare personalità di indiscusso profilo scientifico ed umano nei vari campi che noi mettiamo a disposizione di tutti, in una dimensione di servizio culturale». Gli incontri sono aperti a tutti e sono gratuiti.

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI