Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Legnano in festa per il "compleanno" dei diritti dei bambini

Lunedì 20 novembre 1989 l'Assemblea generale della Nazioni Unite, nel Palazzo di Vetro di New York, adottava la Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia. Per celebrare il 28° anniversario dell'approvazione del trattato più ratificato nella storia, da giovedì 16 a martedì 21 novembre Palazzo Malinverni mette in campo la "Festa dei diritti dei bambini", un ventaglio di iniziative «che lascino un segno nei ragazzi, perchè solo da una buona educazione dei giovani di oggi potrà nascere la buona società di domani».

«Pensiamo che una singola manifestazione di una giornata lasci poco il segno - ha spiegato l'assessore alla cultura ed alle attività educative Franco Colombo (nella foto a lato insieme ad Angela Locatelli, preside dell'Istituto Tirinnanzi, Nicoletta Frizzarin, coordinatrice degli asili nido comunali, Francesca Rossini, responsabile del Consiglio Comunale dei Ragazzi, e Giuseppe Assuntino, responsabile della cooperativa DireFareGiocare) presentando il festival al "cospetto" degli ospiti della 1°B del liceo classico della comunicazione "Galileo Galilei" -, quindi abbiamo optato per una serie di iniziative che si svolgesse in più giornate, oltre a chiedere la collaborazione delle scuole per dar vita a momenti di meditazione sui diritti ed a  coinvolgere il Consiglio Comunale dei Ragazzi».

Un "debutto ufficiale", quello della Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, al quale i consiglieri junior, alla loro prima uscita pubblica dopo la cerimonia di insediamento dello scorso marzo (qui il servizio), si sono preparati alacremente: i giovani del Parlamentino cittadino, infatti, hanno esplorato la Convenzione in tutte le sue parti per portare alla cittadinanza, anche attraverso piccoli sketches, una riflessione su ciò che li ha colpiti di più (sabato 18 novembre dalle 9.45 alle 11.30 a Palazzo Leone da Perego) ed hanno organizzato per i loro coetanei un laboratorio per progettare in 3D la città che loro vorrebbero (sabato 18 novembre dalle 11.15 alle 12.30 a Palazzo Leone da Perego). 

Le proposte, comunque, non finiscono qui, e ce n'è per tutti i gusti, per grandi e piccini. Come i percorsi di riciclo divertente per bimbi di 2 e 3 anni (sabato 18 novembre dalle 9.45 alle 10.45 a Palazzo Leone da Perego). O gli spazi liberi dove i i bambini da 6 a 11 anni potranno lasciar correre a briglia sciolta la loro creatività, sempre utilizzando materiali di riciclo (sabato 18 novembre dalle 11.15 alle 12.30 a Palazzo Leone da Perego).

E ancora il Ludobus attivo nel cortile della Sala Ratti (sabato 18 novembre dalle 10.00 alle 18.00) e gli incontri dedicati a genitori ed educatori. I "grandi", infatti, potranno ascoltare lo psicologo Angelo Villa nella conferenza "C'è chi dice no: il diritto dei bambini di essere educati" (giovedì 16 novembre alle 18.00 all'asilo nido Aldo Moro di via Nazario Sauro) e il professor Franco Nembrini che parlerà di educazione declinando il paradigma delle avventure di Pinocchio (lunedì 20 novembre alle 21.00 al Teatro Tirinnanzi). 

La "ciliegina sulla torta" che chiuderà la manifestazione, infine, sarà la Festa dell'Albero, che porterà 20 nuove essenze arboree all'ombra dell'Albertone (martedì 21 novembre alle 10.30 nel boschetto di via Anna Frank e via Santa Teresa).

Leda Mocchetti - Manuela Zoni

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI