Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cineforum Pensotti: "Al passo con i tempi e la nostra storia"

Parte la stagione del Cineforum Marco Pensotti Bruni. L'inizio della rassegna che, come di consueto, si svolgerà nei giorni di mercoledì e giovedì alle ore 21 presso la Sala Ratti, è previsto per l'11 ottobre.
La stagione sarà arricchita, come ogni anno, da una serie di eventi collaterali.

Il costo della tessera è di 61 euro (comprensiva della quota associativa pari a 1 euro) e consente la visione dei 30 film in programma e la partecipazione a tutti gli eventi speciali.

Le tessere sono in vendita a Legnano presso: il Cinema Sala Ratti, la Galleria del libro, via M. Venegoni 55, e la Libreria Nuova Terra, via Giolitti 14.


Non poteva che aprirsi con La La Land la 62esima stagione del Cineforum Marco Pensotti Bruni di Legnano, forse il film più cinefilo dell'intero lotto. Un omaggio alla settima arte che diventa emulazione, un'opera che guarda al musical della grande Hollywood ma lo aggiorna all'attualità della società di oggi. La consacrazione per un regista come Damien Chazelle che, ancora molto giovane, ha portato i suoi (e i nostri) sogni sul grande schermo non dimenticandosi della tradizione che lo ha preceduto.

Una linea di principio che si accosta, per molti versi, a quella della nostra Associazione. 62 anni sono tanti e se siamo ancora qui lo dobbiamo sicuramente alla nostra capacità di stare al passo con i tempi ma anche alla nostra storia, a quella fiducia nel cinema come luogo di emozione, dialogo e riflessione. Come diceva Truffaut: “Fare un film significa migliorare la vita, sistemarla a modo proprio, significa prolungare i giochi dell'infanzia”.

Questa fiducia nella settima arte come elemento catartico non ci ha mai abbandonato e ci spinge, anno dopo anno, a cercare di creare un percorso che sia il più possibile ricco, coerente e vario. Nella scelta dei film, mai come in questa stagione, abbiamo mirato alla definizione di un viaggio per tematiche proposte attraverso stili e cinematografie differenti. Dall'individuo (o coppia) alla ricerca di se stesso in seguito a un evento traumatico (La tenerezza, Dopo l'amore, Le cose che verranno) a un cinema di impegno civile che racconta le difficoltà della nostra società (Io, Daniel Blake, Sole, cuore, amore, Un padre, una figlia). Dalla spiritualità (intesa anche come sovversione delle regole prestabilite) di film come Silence, Agnus Dei e Captain Fantastic a un cinema italiano che aderisce alla realtà con una nuova cifra stilistica (Cuori puri e Indivisibili). Ci sono poi opere che lavorano di sottrazione (Manchester by the Sea e Paterson) e altre che esplicitano il lato “oscuro” della nostra anima (Animali notturni ed Elle). Una pluralità tematica che si accosta a una varietà di tipo geografico, con registi provenienti dal Giappone (Ritratto di famiglia con tempesta), dall'Iran (Il cliente), dalla Romania e da molti altri Paesi del mondo. Per la gioia dei cinefili più accaniti abbiamo deciso di proporre, inoltre, tre opere in lingua originale con sottotitoli in italiano, una delle quali è Il disprezzo, capolavoro di Jean-Luc Godard. Quello che abbiamo stilato è un programma che segue i valori della nostra Associazione e che ha un presupposto di fondo: raccontare il cinema in tutte le sue forme.

Buona stagione!

Il Presidente Sergio Grega

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI