Finale Nazionale Campionato Gold, Piazzese nell’Olimpo

Un weekend di gara lungo ed intenso quello appena trascorso, da venerdì 13 a domenica 15.
Lungo su tre giorni, intenso perché si parla del Campionato Nazionale individuale Gold, non propriamente una gara come le altre.
Palcoscenico dell'evento è il palazzetto di Nocera Inferiore, di rossonero vestito, i colori della Nocerina, in tinta con le ragazze della Moderna! 
Presenti per Legnano le tre Junior qualificatesi brillantemente a Verres.
In terra Campana va in onda la gara individuale più importante della stagione, qui si incorona la Campionessa Nazionale Junior.

    Venerdì è Chiara Piazzese, Junior 1, la prima delle tre a scendere in pedana.
Rompe il ghiaccio con una buona fune, poi palla e nastro, condotta di gara regolare la sua, seppur  con qualche errore, la tensione è molto alta, sbagliano in molte, la giuria le accredita dei buoni punteggi, le prime diciassette vanno in finale, Chiara entra agevolmente con il settimo punteggio. In finale alle clavette presenta un ottimo esercizio che nonostante un paio di errori le consente di scalare un altro gradino in classifica generale! 
Alla sua prima esperienza in una gara così importante è la sesta ginnasta d'Italia a 0,10 dal quinto posto!
Soddisfatte dell’importantissimo risultato, che mancava da qualche anno, la Direttrice Tecnica Elisa Porchi e l'allenatrice Veronica Bertolini.

Giriamo pagina, sabato 14 è il turno delle Junior 2.
Come il giorno precedente un gruppo numerosissimo di ginnaste, tanti nomi noti nel panorama della Ritmica, c'è da combattere anche qui.

Daniela Colella gareggia nel primo gruppo, reduce dal podio di Verres ed anche lei per la prima volta, come le sue compagne scende in pedana al Nazionale di Categoria. 
Daniela paga in maniera eccessiva la tensione, lo si percepisce subito.
Alla palla ed al nastro è sottotono, incappa in qualche errore e i suoi punteggi non sono in linea con le sue capacità. Il riscatto avviene sul finale, esegue una bellissima fune ripagata da un altrettanto buon punteggio, che purtroppo non le consente, con la somma dei precedenti di accedere per pochissimo alla finale riservata nelle junior 2 alle prime diciannove, conclude ventesima.

Rebecca Grazioli entra nel secondo turno di gara, copione già visto in mattinata, diversi errori nelle prime due esecuzioni, riscatto al terzo attrezzo, nel suo caso il nastro, purtroppo anche per lei, come per Daniela non basta, chiude poco sotto, venticinquesima.

Le ginnaste in gara erano trentotto, in assoluto il risultato non è male, tuttavia sapendo quello che possono dare un pizzico di rammarico resta, ma c’è anche la consapevolezza di aver fatto un ottimo cammino...

Si torna a casa stanche, ma certe che traguardi così si raggiungono solo con tanto allenamento, caparbietà e quella voglia, propria delle ginnaste, che le porta a lavorare ore ed ore tutti i giorni in palestra, stringendo i denti e bucando le mezzepunte a forza di girarci sopra, per arrivare al giro più bello, più veloce, più pulito, più in equilibrio.

Ginnastica Moderna