Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Maltrattava i genitori per la cocaina, via da casa 38enne legnanese

Aggrediva e minacciava i genitori per estorcere loro i soldi e acquistare la cocaina: un 38enne legnanese, tossicodipendente e nullafacente, è stato allontanato dall'abitazione che condivideva con la madre e il padre. L'ordinanza è stata emessa la sera della vigilia di Natale dal Commissariato della Polizia di Stato di Legnano, dopo 15 anni di comportamenti violenti reiterati da parte del figlio nei confronti dei familiari: gli atteggiamenti criminosi erano iniziati già nel 2003 ed erano culminati nel 2011 con il suo arresto. Tra le ipotesi di reato anche delitti di rapina aggravata ed estorsione, sempre nei confronti degli anziani genitori:

Oltre ad aggredire fisicamente i genitori, il 38enne metteva a soqquadro l’appartamento rompendo suppellettili e minacciando di morte il padre e la madre per avere i soldi utili alla compra-vendita di cocaina.   

I gravi indizi di colpevolezza sono stati confermati dalla denuncia esposta dal padre e dalla testimonianza della madre, refrattaria a denunciare il proprio figlio dopo avere scoperto che era affetto da una malattia rara. Il il 24 dicembre, il G.I.P.  del Tribunale di Busto Arsizio ha così emesso la ordinanza di applicazione di misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare a carico del 38enne, eseguita la sera della Vigilia dagli uomini del commissariato legnanese. Considerato il clima gelido, d'intesa con la Polizia Locale, l'uomo è stato ricoverato in un albergo in città, in attesa dell’intervento dei servizi sociali.