Le proposte dei Lombardi Civici Europeisti per nuovi strumenti nell'emergenza

Una lettera per ringraziare l’Assessore Gallera e la Giunta per il lavoro svolto finora, ma anche per sottoporre elementi nuovi all’attenzione dei decisori regionali, questo lo strumento scelto dai consiglieri regionali Niccolò Carretta e Elisabetta Strada (Lombardi Civici Europeisti).

Chiediamo di attivare un team di pronto intervento domiciliare per assistere i malati Covid in casa, un incremento dei tamponi da effettuare a casa anche post quarantena e un intervento più strutturato di tamponi e DPI per aiutare a tutelare tutto il personale medico e sanitari, chi vive o lavora in ambienti pubblici o comunitari così come ai nuovi ingressi. La richiesta di tamponi anche a fine quarantena e prima di rientrare alla vita comunitaria".

 “Abbiamo ricevuto molte segnalazioni e il nostro ci tiene ad essere un ruolo di collaborazione con la Giunta in una situazione difficile, per questo – concludono i due consiglieri regionali – la lista delle richieste è molto ampia e copre numerosi ambiti, come ad esempio la possibilità di far studiare i dati raccolti finora da istituti specializzati lombardi quali le università o Istituto Negri , l’istituzione di un BED manager infermieristico per ottimizzare l’appropriatezza dei posti letto e la valutazione di ulteriori misure restrittive per gli anziani over 65”.