Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Crac di Air Italy: la preoccupazione della Provincia di Varese

“Non nascondo la mia preoccupazione per i dipendenti di Air Italy e di tutte le aziende dell’indotto che hanno sede nella nostra Provincia, a cominciare da Sea”: queste  le prime parole del presidente Emanuele Antonelli, appresa la notizia dei licenziamenti in vista per i 1450 dipendenti Air Italy, di cui 900 nell'hub di Malpensa, quindi, presumibilmente, cittadini abitanti nella provincia di Varese.

 E non è solo la preoccupazione per i lavoratori e le loro famiglie a impensierire il presidente: “Sono stupito, ma non troppo, dalla leggerezza e dall’inconsistenza della risposta del Governo Conte, che non ha neppure convocato le parti per discutere eventuali vie d'uscita. Un’incapacità già dimostrata in situazioni simili e che purtroppo ora si ripropone. La Provincia con le ali merita molta più attenzione, non posso accettare questo immobilismo. L’Amministrazione provinciale è a fianco dei lavoratori e si farà carico di portare le loro istanze nelle sedi più appropriate”.

(Marco Tajè)