Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La Lega Giovani si mobilita: "Scuole riscaldate sono un diritto degli studenti"

  • CRONACA / RHO
  • martedì 28 gennaio 2020
  • 479 Letture

Riceviamo e pubblichiamo:

Non è possibile che nel 2020 non si possa frequentare la scuola a causa dei malfunzionamenti degli impianti di riscaldamento. Diverse decine di studenti ci hanno segnalato quanto di dispiacevole stia accadendo in queste ore all’Istituto Tecnico E. Mattei di Rho.

Oggi non hanno potuto frequentare le lezioni per le temperature chiaramente inadeguate e per il fortissimo tanfo di gasolio non bruciato, confermati anche dal comunicato diffuso dalla dirigente scolastica.

Come Lega Giovani faremo tutto il possibile per portare all’attenzione delle istituzioni competenti i disagi degli studenti del Mattei ma non solo, segnaliamo anche che il liceo Majorana di Rho ha avuto problematiche analoghe nelle scorse settimane e gli studenti sono stati rimandati, come per il Mattei, a casa dal dirigente scolastico.

     L’emergenza freddo nelle scuole di Milano e hinterland è un problema che si è aggravato sempre di più negli anni. Solo nell’anno scolastico corrente, sono 52 gli istituti scolastici superiori che hanno avuto gravi problemi con gli impianti di riscaldamento.

Tutto ciò non è frutto del caso, i sistemi di riscaldamento sono vetusti e la scarsa coibentazione termica caratterizzano i nostri edifici scolastici creano disagi non più trascurabili.

A ciò, però, si aggiunge la disastrosa situazione finanziaria dell’ente competente, ovvero Città Metropolitana di Milano, istituita a seguito della sciagurata riforma Del Rio del 2014, e la mancanza di interesse dei dirigenti politici della stessa, Giuseppe Sala e il Partito Democratico!

Christian Colombo, coordinatore della Lega Giovani del Rhodense