Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Banco BPM Legnano: anteprima del Premio Wondy

Serata letteraria in Banco BPM, filiale di Legnano, dove sono stati presentati 3 dei 6 finalisti del Premio Wondy 2020. Un premio che celebra sì la memoria di Francesca Del Rosso - scrittrice conosciuta con il soprannome di Wondy e autrice del volume Wondy& in cui ha raccontato la sua lotta contro il cancro - ma soprattutto il valore della Resilenza.

Il Premio Wondy è nato da un’idea dell’associazione ‘Wondy Sono Io’ in memoria di Francesca Del Rosso e della sua prosa letteraria resiliente, esemplare ed efficace nel raggiungere il lettore in Wondy ovvero, come si diventa supereroi per guarire dal cancro (Rizzoli, 2014) e si propone di premiare uno o più libri, che attraverso la prosa letteraria esprimano con particolare forza il concetto di resilienza nelle sue varie sfumature semantiche.

         Con Amanda Colombo della Galleria del Libro di Legnano nella veste di conduttrice dell'incontro, sono state presentate tre storie vere, intense, potenti che raccontano come l'essere umano possa superare ogni ostacolo e resistere.

-  " La straniera" (La nave di Teseo) di Claudia Durastanti, già nella cinquina del Premio Strega 2019. Il racconto di un'educazione sentimentale contemporanea, disorientata dalla cognizione della diversità fisica e da distinzioni sociali irriducibili.

- 'Cinzia' (Bao Publishing) di Leo Ortolani, un romanzo grafico nel quale l'autore racconta uno dei suoi personaggi più memorabili e amati: Cinzia, una transessuale patinata

- 'Come mosche nel miele' (Solferino) di Francesca Tassini, che racconta il cuore di tenebra di una generazione, devastata dalla tossicodipendenza.

(Gea Somazzi)