Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ex Crespi ed ex Artea all'asta

Dove una volta c'era la Giovanni Crespi spa, oggi, dopo il fallimento del 2014, rimangono capannoni abbandonati. Quello che resta della grande azienda chimica di Legnano, leader europeo nella produzione di materiali sintetici per calzature e pelletteria, andrà presto all'asta: si tratta dei due lotti nella città del Carroccio, in via Pasubio, e del lotto della ex Artea a Parabiago. Le buste contenenti le offerte saranno aperte il 31 marzo. Non è previsto un prezzo minimo come base d'asta.

In vendita andranno, nel dettaglio, i due lotti di via Pasubio 38 a Legnano: il primo, da 29.064 mq, contiene corpi di fabbrica già a destinazione produttiva ed uffici, mentre il secondo, da 13.673 mq, è un corpo di fabbrica ad uso magazzino. A Parabiago, invece, andranno all'asta i 33.770 mq di corso Sempione, una volta usati come lotto a destinazione produttiva. Si tratta degli spazi conosciuti anche come ex Artea. Entrambi i luoghi, ormai abbandonati da anni, sono stati ripetutamente occupati nel tempo da persone in cerca di un tetto sopra la testa.


In copertina: un'immagine di repertorio della ex Crespi di Legnano.

(Chiara Lazzati)