Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Pugni e spray urticante contro un 46enne

Prende a pugni un 46enne fratturandogli il naso, pregiudicato di Gallarate identificato dalla Polizia di Stato e denunciato. La violenta aggressione è accaduto alle 8 di ieri, lunedì 13 gennaio, nella vicina Busto Arsizio. La vittima della provincia di Varese è stata aggredita mentre si trovava a bordo di una vettura guidata da un conoscente. 

    Secondo la dinamica ricostruita dalla volante e dalla squadra investigativa del Commissariato l'aggressore, un pregiudicato italiano di 45 anni residente a Gallarate, subito identificato perché già noto alla vittima e riconosciuto dal testimone alla guida in una foto segnaletica mostratagli dai poliziotti, aveva lanciato con una pistola a gas del liquido urticante sul volto dell'aggredito per poi colpirlo alla testa con violenti pugni. Trenta i giorni di prognosi per il 46enne, che ha riportato la frattura del naso e un trauma cranico. 

I poliziotti si sono messi immediatamente in cerca dell'aggressore che si è però reso irreperibile fino a questa mattina, martedì 14 gennaio, quando, accompagnato dal Difensore di fiducia, si è presentato in Commissariato rendendo spontanee dichiarazioni, spiegando che la sua condotta violenta era stata causata da un contenzioso che lo scorso mese di ottobre lo aveva anche indotto a sporgere denuncia contro la vittima e infine portando i poliziotti nel luogo esatto un campo tra Busto Arsizio e Magnago recuperata e sequestrata.

Il pregiudicato ha infine lasciato gli uffici di via Foscolo con una denuncia per esercizio arbitrario delle proprie ragioni e lesioni personali aggravate.