Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

ANPI: "Orgogliosi per il riconoscimento ad Adriano Pasquetto"

Riceviamo e pubblichiamo:

Al Memoriale della Shoah, noto come Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, luogo simbolo delle deportazioni, sono stati premiati con una Medaglia d’Onore della Repubblica i militari che dopo l’8 settembre 1943, durante la guerra di Liberazione, si rifiutarono di servire la RSI dei nazifascisti.

E’ stata una cerimonia importante e toccante che ha coinvolto anche la nostra sezione ANPI. Infatti è stato premiato il papà di Renata Pasquetto in quanto IMI (Internato Militare Italiano). Renata ci ha raccontato che “era Sottotenente di Sussistenza in Albania durante la guerra e ha scelto di andare in prigionia a Leopoli, poi Wietzendorf, poi Amburgo per non aderire alla RSI (Repubblica Sociale Italiana) e quando a gennaio 1945 è stato costretto a lavorare in una fabbrica bellica con i suoi compagni ha boicottato l’80-90% della produzione”.

Nel ribadire l’importanza di quel riconoscimento e poiché a Legnano sono parecchi i militari che furono internati vi invitiamo a chiedere il Foglio Matricolare o lo Stato di Servizio all’Archivio di Stato della provincia in cui il vostro IMI è nato o risiedeva e poi inoltrare domanda per la Medaglia d’Onore al Governo (vi alleghiamo un link per le modalità e la modulistica: http://www.governo.it/it/dipartimenti/dip-il-coordinamento-amministrativo/dica-com-eximi-domanda/9408 ).

La sezione ANPI rimane a disposizione per eventuali informazioni o aiuto per sbrigare le pratiche burocratiche al fine di riconoscere a quei coraggiosi militari il loro ruolo che contribuì alla caduta del fascismo e alla fine della guerra.

ANPI Legnano