Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rho, Festa della Repubblica: assegnate le onorificenze civiche

  • CRONACA / RHO
  • lunedì 03 giugno 2019
  • 279 Letture

Sabato 1 giugno, l’amministrazione comunale ha organizzato il "Concerto della Repubblica", diretto dal Maestro Luigi Bascapè, eseguito dal Corpo Musicale Santa Cecilia di Passirana e dai cori Corale Monzese e Corale Vittadini con la partecipazione del soprano Chiara Amati e dal tenore Nicolas Causero. Presente anche il vicepresidente del Consiglio di Regione Lombardia, Carlo Borghetti, che è intervenuto per una breve esecuzione all'organo. 

Durante il concerto, terminato con un’esplosione di coriandoli dorati e l’Inno di Mameli, il sindaco di Rho Pietro Romano ha conferito le dieci prestigiose onorificenze civiche, dopo aver consegnato un encomio solenne al commissario di Polizia Locale Franco Gardelli e al capo reparto esperto Maurizio Dolci, capo distaccamento Vigili del Fuoco di  Rho, che termineranno a breve l’attività lavorativa.

«La Festa della Repubblica è sempre un momento molto importante per ricordare la nascita di una forma democratica rappresentativa del popolo italiano - commenta il primo cittadino -. Inoltre la consegna delle onorificenze rappresenta la testimonianza che la nostra comunità vanta tanti cittadini e realtà associative e imprenditoriali di livello e di grande sensibilità umana solidale verso gli altri».

Di seguito le onorificenze civiche: Giovanni Sada, per aver contribuito a rendere l'Associazione Pallavolo Rho non solo un luogo di allenamento sportivo, ma un vero e proprio punto di riferimento sociale per i propri tesserati; Michela Vittorio, per essersi impegnata con passione alla professione di dirigente, dedicandosi alla scuola con competenza e lungimiranza, con l'abile capacità di ascolto di tutti i protagonisti del mondo scolastico; Associazione Anziani di Passirana, per essersi distinta nel tessere una rete di eventi culturali e ricreativi capace di allietare la vita sociale di molti anziani di Passirana di Rho; Flavio Poloni, alla memoria, per aver risposto tempestivamente nel lontano 1944 alla richiesta d'aiuto dell'ospedale cittadino, fondando, insieme ad altri 22 volontari, la prima sezione Avis di Rho; Giuseppe Candelieri (detto Pino), per essere stato un punto di riferimento e ascolto, come conviene ad ogni buon parrucchiere, dal 1965 ad oggi, diventando testimone attento dei cambiamenti sociali della nostra comunità; Matteo Oscar Giuggioli, per dar lustro alla città di Rho come stella nascente nel panorama cinematografico italiano; Claudio Masseroni, per aver svolto opere di aiuto caritatevole con sensibilità e professionalità in un percorso nel mondo del volontariato, che lo ha visto protagonista nella fondazione e nascita di numerose associazioni umanitarie per la città di Rho; Zagato, in occasione del centenario, ad un’azienda rhodense rinomata in tutto il mondo per il design di auto e mezzi di trasporto; don Gian Paolo Citterio, alla memoria, per il forte senso di vicinanza nei momenti più difficili e il costante impegno profuso alla comunità rhodense; Gruppo Culturale Amici di Mazzo, per la disponibilità nel promuovere, da oltre vent'anni, cultura sul territorio con attività di teatro e poesia rivolta soprattutto ai più giovani.