Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Arresti Accam, l'intero Cda si è dimesso

Un giorno dopo le dimissioni della presidente Laura Bordonaro, del consigliere Alberto Bilardo (entrambi ai domiciliari), del presidente del collegio sindacale Sommaruga e di altri due supplenti dello stesso organo, anche i rimanenti tre consiglieri di amministrazione di Accam Spa, Fabio Tonazzo, Annalisa Carù e Gabriella Calvi, hanno lasciato il proprio incarico nel Cda. 

Il 20 maggio intanto è fissata l’assemblea dei soci. Ed è sempre più probabile la nomina di un amministratore unico, come avrebbero ipotizzato i sindaci di Busto Arsizio, Gallarate e Legnano riunitisi sull’argomento.

Le dimissioni seguono alla indagine per tangenti in Lombardia "Mensa dei Poveri" nella quale sono coinvolti anche i vertici della società dell'inceneritore di Borsano.