Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Giovani e Resistenza, l'Anpi Legnano presenta il nuovo concorso

Immergersi nella memoria storica  della città, per ripercorrere i tempi della Resistenza nelle fabbriche di Legnano. È il tema della seconda edizione del concorso rivolto ai giovani studenti lanciato dall'Anpi di Legnano e denominato "Legnano, la fabbrica, la Resistenza". 

L'iniziativa vede il supporto del Comune e di Amga ed è stata presentata oggi, sabato 15 dicembre, nella seda Anpi di via Ciro Menotti. A illustrate il bando Primo Minelli presidente dell'Anpi Legnano. Con lui il sindaco Gianbattista Fratus, il prof Giorgio Vecchio e Sergio Grega presidente del Cineforum Marco Pensotti Bruni. 

«La storia di Legnano è segnata dallo sviluppo dell'industria tessile e metalmeccanica basti pensare a Tosi, Comerio, De Angeli Frua, Cantoni, Bernocchi e Dell'Acqua - spiega Minnelli -. Queste fabbriche sono stati luoghi di forte resistenza nei confronti dell'occupazione tedesca tra il 1943 e 1945. In tutte sono stati registrati episodi gravissimi: rastrellamenti e deportazioni. Ecco che l'Anpi ha deciso di proporre ai ragazzi di ricostruire i fatti di quel periodo studiando e riflettendo sulle fabbriche: luoghi di lavoro, di resistenza e d'incontro».   

Con l'augurio di registrare una folta partecipazione, il sindaco Fratus ha commentato: «È importante che i giovani conoscano il proprio territorio attraverso la storia. Le fabbriche hanno caratterizzato la città di Legnano e in quegli anni erano luoghi in cui gli operai hanno dato vita alla resistenza, rivendicando i propri diritti e la libertà». 

L'iscrizione dovrà essere effettuata entro venerdì 11 gennaio. I lavori, invece, dovranno essere presentati entro e non oltre venerdì 29 marzo. La commissione esprimerà il suo parere sui lavori entro la prima decade di aprile. La premiazione è stata fissata giovedì 25 aprile. 

«Ci auguriamo di registrare una forte adesione - afferma Minnelli -. La partecipazione, la volontà di chiedere e di ricordare sono importanti​». 

(Gea Somazzi)