Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Trenta rifugiati a "scuola" dagli artigiani della Banca del Tempo

L'Auser Ticino Olona "bussa" al mondo degli artigiani e alla Banca del Tempo per formare ed integrare trenta rifugiati e richiedenti asilo del Legnanese. É questa infatti la proposta dell'ambizioso progetto "Passo a Passo", che risulta tra i 24 finanziati attraverso il Bando Volontariato 2018 del Centro Servizio per il volontariato della Città Metropolitana.  

A seguire l'iniziativa per la sezione Auser Legnano è il volontario Aurelio Pastore, che in questi mesi sta prendendo in esame gli oltre cento migranti presenti a Legnano e zona: «Sono impegnato ad incontrare i migranti presenti sul territorio seguiti dalla rete delle associazioni dedicate all'accoglienza - spiega Pastore -. Attraverso questi colloqui potrò individuare le persone adatte».

Una volta scelti i partecipanti, Pastore dovrà avviare la prima fase di formazione che vedrà il coinvolgimento degli artigiani aderenti alla Banca del Tempo: «Attraverso gli artigiani aderenti a questa associazione, i trenta migranti potranno seguire una sorta di formazione».

L'ultima fase sarà quella decisiva e, secondo Pastore, anche la più difficile: «Concluso il periodo dedicato all'apprendimento di mestieri come il falegname, potremo dare il via al vero e proprio percorso di apprendistato regolare in un attività. La speranza è quella di trovare una buona partecipazione da parte degli artigiani».

(Gea Somazzi)