Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

San Vittore Olona abbraccia don Matteo Monticelli

Dai campi di calcio all’abito talare, in estrema sintesi potrebbe essere questo il percorso fatto da Matteo Monticelli, per tutti ora don Matteo.

Matteo verrà ordinato sacerdote sabato prossimo 9 giugno alle 9 nel Duomo di Milano dall'arcivescovo Mario Delpini, presente tutta la comunità di San Vittore Olona, città in cui è nato ventotto anni orsono.

Un percorso quello di Matteo iniziato all’oratorio del Centro Giovanile di San Vittore Olona in tenera età, giocando a calcio nella società nero arancio, passando attraverso tutte le categorie, sino alla prima squadra di terza categoria quando era già ventenne. “Un ragazzo serio, sincero, disponibile, simpatico e impegnato” queste le parole per definirlo usate da Pinuccio Monticelli, lo storico dirigente della società sanvittorese, che lo ha visto crescere giorno dopo giorno e che insieme allo scomparso Giorgio Perego lo ha guidato come giocatore, apprezzando la sua umanità nei confronti dei più bisognosi oltre che il suo sapersi mettere a disposizione della parrocchia nel momento del bisogno.

Matteo Monticelli, terminati gli studi liceali, ha intrapreso la via della facoltà di medicina, lasciata dopo tre anni per frequentare il seminario di Venegono, continuando comunque a incontrare gli amici della parrocchia di San Vittore, dove ha trascorso anni felici insieme ai dirigenti del CGSVO, Carlo Dell’Acqua, Massimo Signorelli e Giorgio Taccani, dapprima come giocatore quindi come allenatore dei più piccoli atleti.

Un percorso non solo calcistico ma anche educativo, fatto di persone dall’alto spessore morale, una fede verso la sua società divenuta ora una fede religiosa di ben altra importanza in cui don Matteo saprà sicuramente far tesoro di tutto ciò che ha appreso in questi anni spesi all’interno della sua comunità per metterlo a frutto nella parrocchia di Bollate a cui è stato destinato.

Domenica alle 11 prima messa celebrata da don Matteo nella chiesa di San Vittore Olona con pomeriggio dedicato ai festeggiamenti con la compagnia dell’oratorio che terrà un recital intitolato “Don Mateo” (con una T sola), a seguire taglio della torta ed infine, non poteva mancare la partita di calcio con i suoi vecchi compagni di squadra.

Una giornata importante per San Vittore Olona, una giornata in cui don Matteo saprà essere al centro dell’attenzione, così come un tempo lo era al centro dell’attacco della sua squadra nero arancio.

Don Matteo sarà destinato a Bollate, come collaboratore pastorale.

(Sergio La Torre)