Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Festival del cinema di Venezia, premiato un regista di Rescalda

Da Rescalda a Venezia. Paolo Turro, giovane regista 27enne della frazione di Rescaldina, continua a mietere successi. Dopo la premiazione al RAW Science Film Festival di Los Angeles, la candidatura come miglior regista straniero all’International Film Festival di Nizza e i complimenti del maestro della divulgazione Piero Angela, il suo documentario scientifico di divulgazione "Epigenetica. Come il nostro corpo memorizza il mondo" è stato incoronato anche nel Bel Paese, nella cornice più prestigiosa per il cinema: la mostra internazionale di Venezia. Turro, infatti, ha ricevuto nei giorni scorsi il "premio Filmagogia Cinema e Formazione Venezia 2017", dedicato all’opera che meglio rappresenta l’importante contributo del cinema nei diversi momenti della formazione.

Il documentario “Epigenetica. Come il nostro corpo memorizza il mondo”, prodotto dalla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti in collaborazione con Epigen (CNR), mette sotto i riflettori l'epigentica: una disciplina che studia l’interazione tra corpo e mondo, come questa lasci delle tracce sul DNA e di come e perché tali segni vengano scritti e insieme letti.

«La scienza occupa una parte sempre più consistente delle nostre vite, della società, della politica - spiega il talento di Rescalda -. Questo documentario racconta alcuni aspetti del mondo che ci circonda e di noi stessi, racconta la memoria del mondo nel nostro corpo. Al pari della creazione cinematografica, abbiamo voluto mostrare che anche la ricerca è atto creativo. In questo senso mi piace pensare a “Epigenetica” sì come un documentario di divulgazione, ma anche come un documentario di creazione».

E' possibile vedere il documentario gratuitamente su YouTube a questo link.

(Chiara Lazzati)