Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Aborto al sicuro": Rho dice sì

Rho dice sì alla mozione per aderire alla campagna "Aborto al sicuro Lombardia". I toni tra i banchi del consiglio comunale si fanno accesi. E tra il pubblico spuntano i cartelli a sostegno dell'autodeterminazione femminile da parte del gruppo rhodense di ArciCheDonne. E' successo nella seduta di ieri sera, mercoledì 27. A presentare la mozione il Movimento 5 Stelle, che nelle settimane scorse aveva portato avanti anche una raccolta firme sul tema, per vedere garanito il diritto all'aborto, insieme al Partito Democratico e a Liberi e Uguali.

La discussione, di quasi due ore, ha visto opporsi due posizioni apparentemente inconciliabili: quella di M5S, PD e LEU e quella di Lega, Forza Italia, Rho Popolare e Gente di Rho. Astenuta la lista civica di maggioranza Rho.

«Siamo per una città laica antifascista e per l'autodeterminazione delle donne - spiega Paola Cassani di ArciCheDonne -. La 194 non si tocca: ostacolarne l'applicazione è un attentato al diritto alla salute delle donne».

(Chiara Lazzati)