Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Spiderman: Far From Home", una buona pellicola? Ni

Mamma Marvel non ha finito i colpi e ha molto di che gioire. Spiderman: Far From Home è l’ennesimo campione d’incassi. Non c’è da sorprendersi, il giovane uomo ragno è tra i personaggi più amati di tutto l’universo Marveliano. Allora tutti al cinema!
Ma tutto questo amore verso questo personaggio è ben ripagato da una buona pellicola? Ni.

Il film si colloca subito dopo Avengers: Engame, la banda di Tony Stark è solo un ricordo. Alcuni non ci sono più, altri non si sa che fine abbiano fatto. È rimasto solo il buon Spiderman per salvarci dai cattivoni. 
Si, lo farebbe se non volesse conquistare il cuore della sua Mary Jane. 
Peter Parker & Co sono in gita in Europa, il nostro supereroe è intenzionato a tutti costi a dichiararsi alla sua compagna, anche a costo d’ignorare i super cattivoni che, guarda caso, stanno attaccando proprio le città europee. Per fortuna in gioco entra un nuovo supereroe, Mysterio.
Wow, finalmente Spiderman si può godere le vacanze lasciando tutto il peso a questo nuovo super hero. 
Mai errore fu più grave, ma non voglio spoilerarvi altro. 

    In sintesi il film merita tutto questo entusiasmo dimostrato dai fan? Sinceramente non l’ho trovato emozionante, anzi la trama non è poi così forte e i testi non sono particolarmente ricercati. Abbiamo un’antagonista che potrebbe essere un gran bel personaggio,  ma non spicca il volo. Grandi poteri ma poi scivola su una buccia di banana, per intenderci. 

La sensazione è quella d’avere una pellicola per adolescenti. Più una storylove on the road che un film di supereroi. 
Non basta avere due ottimi attori, Tom Holland e Jake Gyllenhaal, se i personaggi non sono all’altezza. 

La parte migliore del film sono gli effetti speciali, lo scontro con Mysterio vale il biglietto. 

Va detto che la forza della Marvel, che la rende superiore alla sua competitor DC Comics, è saper dare al pubblico ciò che vuole. E non sbaglia mai un colpo! 

Da segnalare che parte del film è ambientato a Venezia e nella colonna sonora i produttori hanno inserito una canzone di Umberto Tozzi,una gloria anche per noi, insomma. 

Voto: 6

(J.J. Bustamante)