Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ciak si gira: il Palio secondo J.J.

Il Palio di Legnano 2018 comincia a prendere vita dalle prime investiture di contrada e per ogni appuntamento, come ormai è consuetudine, il sottoscritto da circa un anno realizza un video per Legnanonews. Ricordo ancora la mia prima investitura in quel di San Domenico, momento in cui sono stato catapultato in una realtà a me sconosciuta.

Ma come si realizzano questi video? Vorrei condividere con voi la mia personale risposta. Per poter rispondere prenderò ad esempio il mio ultimo video, l’investitura della contrada Sant’Ambrogio.

Vi svelo subito qualche dato tecnico: è stato girato in 25 fps, risoluzione 3840 x 2160 pixel (quattro volte il Full HD per intenderci), qualità 100000 kbps di bitrate, ho usato un obbiettivo 50mm f1.8 e un 24 – 240mm f3.5 Sony, editato il video con Adobe Premiere Pro e ho impiegato circa 10 ore di montaggio e il materiale era circa 34 giga suddivise su 125 clip girate per un totale di 47 minuti di girato. Dati utili per i più curiosi e smanettoni che in qualche maniera si interessano al mondo del video.

Bene, adesso che ce ne facciamo di tutti questi numeri di altissima qualità? Si passa al montaggio, a tutto quel "bendidio" tecnico bisogna metterci del pepe, dobbiamo dare un’anima al video.

Non basta fare un video super, a livello tecnico, se poi quello che fai è solo mettere una clip video dietro l’altra e poi vantarsi d’aver fatto un lavoro illuminato. Che tu abbia una camera da 10 mila euro o un cellulare da mille non basta, perché si può anche sorvolare sulla qualità del video, perché sul web tutti i video vengono compressi e quindi la qualità cala sempre ed è un dato di fatto, e allora entra in gioco il fattore messaggio/contenuto.

Se non vogliamo fare un video mediocre dobbiamo puntare a dar un'anima al nostro prodotto.

Nel montaggio del video di Sant’Ambrogio, la prima cosa che ho dovuto cercare era la traccia musicale, serviva qualcosa che potesse valorizzare immagini e messaggio.

Allora ho dato una doppia spinta al video con il voice over del ex Gran Maestro Alberto Romanò e con una traccia cantata, prima volta che introduco questa novità, che aveva la giusta forza. Parlo della traccia Christian Reindl ft. Atrel - Friend Of Mine, assoluta perla del mondo del web.

Attraverso l'esperienza di Alberto Romanò, ho cercato di presentare la reggenza dando al video un aspetto emozionale che non avevo dato prima ai miei video. Sotto certi punti si potrebbe dire che ho optato per un mood documentaristico. Prima dell’investitura c’è stato bisogno di un’intervista posata (con luci, microfoni e camera con le giuste impostazioni) e ne è valsa la pena.

Altro aspetto introdotto in questo video è stata la documentazione della preparazione per l’investitura, tutto girato con un 50mm f1.8. Grazie all’apertura importante del diaframma di questo obbiettivo, ho potuto ridurre la profondità di campo e nelle inquadrature ne potete vedere la dimostrazione. Un’osservazione personale, la poca profondità di campo mi contraddistingue. Da sempre prediligo i dettagli e la dinamicità di essi, credo che la profondità di campo deve essere messa in gioco quando c’è una situazione adatta (parlo di contenuto e luce).

Attraverso i dettagli ho cercato di catturare l’emozioni dei protagonisti e la bellezza dei costumi, conditi con le giuste parole e la giusta musica non si può che fare un lavoro apprezzabile.

Tra le altre cose, non meno importante, c’è l’aspetto intuizione. Bisogna averne e anche tanta, è quella cosa che ti guida e ti fa cogliere istanti che altrimenti non si ripeteranno.

È quasi un anno che seguo il Palio di Legnano e penso di conoscerlo meno del 5%, ma spesso questo aspetto mi ha aiutato ad andare dove dovevo andare. Mettiamoci la curiosità, l’ignoranza o l’intuizione e le riprese son fatte. La fortuna di essere la persona dietro la macchina da presa, e quindi vedere tutto ciò che riprendi, ti aiuta poi in montaggio perché conosci già il footage.

C’è voluto molto per realizzare questo video. L'indirizzo redazionale adottato su gli altri video era quella di realizzarlo subito in serata per buttarlo fuori il prima possibile, ma prendermi il tempo necessario a questo giro penso proprio che abbia pagato. Ho apportato molte novità rispetto al passato, sia tecniche che di narrazione, e questo ha necessitato il suo tempo.

Dopo questo papiro, ma ci tenevo a rendervi partecipi della non facile realizzazione di questi video, spero vi sia piaciuto il video finale e i segreti dietro a tutto il lavoro.

Vista l’alta definizione del video, e la compressione che riduce drasticamente la qualità dei video su facebook, abbiamo caricato il video in qualità nativa e vogliamo condividerlo con voi. Potete scaricare il video in 4K dell’investitura a questo link https://gum.co/idRrD, è gratuito (cliccare il pulsante "Lo voglio" e indicare la cifra 0 nel campo "stabilisci un prezzo").

Se volete approfondire ancora di più la mia esperienza al montaggio potete guardare il video in cui sono alle prese con l’editing (clicca qui)

Buon natale a tutti!

(J.J. Bustamante)