Da bomber a portiere, il destino di Christian Rossi

Un giovane portiere di cui sentiremo sicuramente parlare a breve. Christian Rossi, diciassettenne giocatore dell’Aldini Milano, quest’anno ha attirato su di sé l’attenzione di diversi club, intenzionati ad accaparrarselo per la prossima stagione.

Legnanese, frequenta il terzo anno del Liceo Scientifico Sportivo “Galileo Galilei”, cresciuto nelle fila della Roncalli, dove inizia a tirare i primi calci a cinque anni non ancora compiuti, Christian parte come difensore, passa poi a fare l’attaccante, finchè mamma Nella lo convince, nonostante le contrarietà di papà Giuseppe, a provare il ruolo di portiere. E’ il classico fulmine a ciel sereno, le sue doti emergono immediatamente, tanto da passare dapprima nelle fila del Legnano, poi in quelle della Pro Patria, del Suno, del Varese e della Rhodense, fino ad approdare alla formazione Elite under 17 dell’Aldini, società milanese che, nell’ambito del calcio giovanile, ha sfornato decine di campioni.

 “Devo molto ad Alessandro Pistone - è Christian Rossi a parlare-, l’allenatore dell’Aldini che l’anno scorso mi ha aiutato tantissimo nella crescita, riuscendo a farmi superare la mia timidezza, parlando in campo coi compagni. In futuro mi piacerebbe andare in una squadra professionistica per poi giocare con la formazione Primavera, la strada da fare è lunga ma ce la metterò tutta. La mia miglior qualità è la reattività che insieme alla grinta trasmette sicurezza a tutta la squadra, in un calcio moderno che è molto cambiato anche per i portieri, mi sento maggiormente coinvolto ed inoltre ho la fortuna di giocare in una squadra formata da un gruppo estremamente unito”.

Christian infine vuole spendere qualche parola per i tecnici che hanno creduto in lui, dal già citato Pistone ad Ettore Menicucci, allenatore dei portieri nello scorso campionato, fino Ivan Bresciani, colui che lo ha fortemente voluto all’Aldini ed a Giordano Giglio il suo preparatore di quest’anno, tutti allenatori dalle grandi capacità tecniche ed umane.

Ora sta a Christian dimostrare quanto di buono si dice sul suo conto, gli otto in pagella che i giornalisti del settore gli accollano praticamente ogni domenica, dovranno essere confermati nel momento topico della stagione ma, conoscendolo, sappiamo che per lui il futuro riserverà grandi traguardi da conquistare.

(Sergio La Torre)