Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Folgore: vincono "grandi e piccoli" per una domenica da veri "folgorati"

Torna alla vittoria in campionato la prima squadra dell’ACD Folgore Legnano, impegnata in un difficile match con l’Ispra, l’undici di Beppe Colombo supera i quotati avversari con una rete nella ripresa di Gazzardi e risale in classifica dopo un periodo difficile coinciso con alcune sfortunate prestazioni.

Ad aver influito positivamente in questa vittoria la spettacolare affermazione dei pulcini 2009/10 allenati da Nicolò Favareto e Lorenzo Maggio che hanno dominato il proprio girone andando a vincere in casa del Sedriano secondo in classifica con un eloquente 7 a 2.

A fare la parte del leone Francesco Ferrario, figlio di Paolo e nipote di Maurizio che la Folgore l’hanno dipinta sulla propria pelle. Nonno Maurizio da circa cinquant’anni porta in alto i colori grigiorossi così come il papà Paolo ex giocatore ed ora direttore sportivo della società legnanese. Se i presupposti sono questi prevediamo per Francesco una lunga carriera ed una lunga militanza nella famiglia grigiorossa.

                 Per tornare all’affermazione dei giovani “folgorati” questi calciatori in erba sono riusciti ad aggiudicarsi il proprio girone con una giornata d’anticipo rispetto alla fine del campionato, dando prova di grande carattere, unione ed amicizia che sono poi i valori che in casa Folgore vengono trasmessi quotidianamente.

Alla base di questo successo non c’è improvvisazione o fortuna ma una scelta ben precisa di puntare su di un gruppo ristretto ma qualitativamente composto da elementi di buon valore, ben amalgamati dai due tecnici che hanno saputo guidarli magistralmente in un campionato per loro assolutamente tutto da scoprire. Folgore che dunque riesce a far parlare di sé anche in una stagione non brillantissima come quella dello scorso anno ma che sa trovare al proprio interno risorse sempre nuove ed inaspettate che le permettono di guardare in avanti con fiducia. Citazione d’obbligo anche per gli allievi 2003 allenati da Giovanni Mazzucca, terzi nel loro girone, che cercheranno in futuro di riportare in casa Folgore i fasti di un tempo non troppo lontano ma che ha bisogno di essere rinverdito.

Per il presidente grigiorosso Idine Mocchetti ed il suo storico segretario Maurizio Ferrario successi che li colmano di soddisfazioni e di emozioni, vedere i loro volti rigarsi di qualche lacrima testimonia la passione e l’amore che hanno per questa società che a Legnano ha saputo ritagliarsi uno spazio sempre maggiore.

(Sergio La Torre)