Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il Mocchetti domina in Terza categoria

Sette vittorie, un pareggio, nessuna sconfitta, ventiquattro reti realizzate, solo cinque subite, più sei in media inglese, questi i numeri che contraddistinguono il dominio incontrastato nel girone legnanese di terza categoria del GS Mocchetti di San Vittore Olona.

Un primato indiscusso, certificato nell’ultimo turno di campionato dalla vittoria esterna colta sul campo della Rescaldinese seconda in classifica ed ora superata dall’Oratorio Lainate, unica formazione ad aver portato via punti ai nero granata.

I segreti di questo strapotere cerchiamo di farli tirar fuori ad Alessandro Cerri, al terzo anno sulla panchina del GS Mocchetti: “Dopo un primo anno positivo con il raggiungimento dei playoff, la scorsa stagione è stata assai deludente, quest’anno siamo ripartiti da quanto di buono fatto in passato e, senza cambiare molto, abbiamo creato un gruppo coeso, con più sintonia nello spogliatoio. Ci abbiamo creduto da subito e, anche se siamo in terza categoria, abbiamo cercato di fare un calcio propositivo con palla a terra ed i risultati sono arrivati”.

      Avete corso il rischio di non prendere parte al campionato viste le vicissitudini che hanno contraddistinto l’uso degli impianti sportivi a San Vittore Olona. E’ ancora Cerri a rispondere: “Il primo scoglio è stato proprio l’essere riusciti ad iscriversi, giochiamo a Furato le nostre partite casalinghe e ci alleniamo presso i campi a sette del Magister Sport presso il “Giovanni Mari” di Legnano, nonostante ciò riusciamo a lavorare sui principi del calcio e non sugli schemi e questo è probabilmente il nostro segreto. Non ci nascondiamo, siamo consci della nostra forza e ci godiamo il primato ma non faremo voli pindarici, rimarremo coi piedi ben piantati per terra senza peccare in presunzione. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i miei collaboratori, dal preparatore atletico Luciano Camozzi, al preparatore dei portieri Carlo Belloni, all’infaticabile dirigente accompagnatore Daniele Venturini, senza dimenticare l’altro dirigente Ivan Melina e per ultimo il nostro direttore sportivo Cristian Cozzi”.

Per la società presieduta da Pietro Belfanti sono dunque giunte quelle soddisfazioni che da tre anni a questa parte si attendevano con ansia, l’obiettivo promozione, anche se non dichiarato, era sotto gli occhi di tutti, l’essere finalmente riusciti ad essere la squadra guida del campionato rende merito ad un progetto che il massimo dirigente del GS Mocchetti ambiva a ricoprire e che ora pare essere divenuto realtà. Il campionato è ancora lungo ma quanto il campo ha espresso finora parrebbe non poter venir smentito. A San Vittore Olona, sponda Mocchetti, incroceranno tutti le dita ma la forza dimostrata finora è tale da non ipotizzare clamorosi stravolgimenti, ai ragazzi della squadra, al tecnico ed a tutti i dirigenti il compito di confermare quanto di buono fatto sin qui.

(Sergio La Torre)