Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Legnano-Seregno, scintille in campo e sui social

Dopo gara elettrico, quello tra Legnano e Seregno (1-1). Già in campo, non sono mancate scintille per il gioco duro e falloso, soprattutto da parte ospite. Ne hanno pagato le conseguenze proprio gli avversari dei lilla che hanno subito 8 cartellini gialli e due espulsioni. Fatto "storico" l'espulsione del team manager lilla, Mario Tajè, il collaboratore più educato e corretto che abbiamo conosciuto nel mondo del calcio. Se anche Mario ha perso la pazienza per le tensioni in campo e fuori... un po' di ragione doveva proprio averla.

              A fine gara, è stata anche ventilata la possibilità di qualche denuncia, intenzione poi svanita. Il diverbio è stato sedato con il buon senso.

Quello che invece sembra essere mancato successivamente, quando sulla pagina Facebook del Seregno sono apparsi alcuni post di pesante critica nei confronti dell'arbitro, segnalato anche come uno "scommettitore" di partite di calcio, riferendosi a una sua vincita (36 euro) risalente a 5 anni fa: " Chiediamo che la Federazione una volta acquisiti i filmati della partita e constatate le pubblicazioni di scommesse mostrate via social, prenda dei provvedimenti molto seri nei confronti del Sig. Gianquinto". L'invito della società agli organi disciplinari.

Pesante anche un secondo post, in cui il Seregno lamenta un arbitraggio a senso unico a favore del Legnano: "La Società Seregno Calcio si dice allibita dalle decisioni arbitrali fortemente penalizzanti nei confronti della nostra squadra (8 gialli e 2 rossi, e nessun giallo nei confronti degli avversari) oltre che l'ennesimo rigore negato. Riteniamo gravi anche le frasi scurrili pronunciate dall'arbitro ai danni della nostra squadra in presenza di più testimoni. Procederemo in tutte le opportuni sedi per fare chiarezza su quanto accaduto. Seregno è una cosa seria, merita rispetto".

Per dovere di cronaca, corre l'obbligo di segnalare che le tensioni in campo non hanno mai avuto protagonisti i lilla e sia prima, che dopo la partita, sono sembrati sempre gli ospiti carichi di un esagerato nervosismo. Esploso poi sui social. L'aria della vetta, a volte, non è così salutare. 

(Sergio La Torre)