Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Villa Cortese: "Noi vittime di un errore e di un atto sleale"

Una denuncia di antisportività agita il mondo delle minors calcistiche del nostro territorio. Il Villa Cortese si dichiara vittima di un comportamento che lede il concetto alla base dello sport, la lealtà.

      I fatti nella ricostruzione della società villacortesina: "Al trentunesimo minuto del secondo tempo gli ospiti del Lonate Pozzolo effettuano una sostituzione facendo uscire dal campo il numero 3 per far posto al numero 17, al termine dell’incontro il Lonate effettuerà tutte e cinque le sostituzioni consentite mentre il Villa Cortese ne effettuerà soltanto tre.
La gara termina col punteggio di due a zero per il Villa che però nei giorni successivi vede la sua vittoria annullata dal giudice sportivo in quanto una delle sostituzioni effettuate vedeva il numero tre (un fuoriquota) sostituito dal numero 17 (non fuoriquota). A termini di regolamento il Villa disputava quindi gli ultimi quindici minuti di gioco con due soli fuoriquota in campo anziché i tre previsti ed incappava nelle maglie del regolamento.
Peccato che come si poteva ben evidenziare sopra, la sostituzione in oggetto riguardasse il Lonate e non il Villa Cortese, tutto ciò dovuto ad un errore di trascrizione da parte del direttore di gara e cavalcato in maniera incredibilmente antisportiva dai dirigenti varesini che, accortisi dell’errore arbitrale, non solo non lo correggevano ma, anzi, sporgevano addirittura reclamo nei confronti del Villa Cortese"

Da segnalare anche una telefonata tra i due presidenti, ma senza alcun chiarimento utile per il Villa Cortese.

Per dovere di cronaca, dobbiamo ricordare che questo caso di presunto errore arbitrale denunciato da una società non è il solo. Nell'ultimo periodo, altre situazioni, approdate anche in maniera poco piacevole sui social, hanno richiesto interventi dei vertici federali. Gli arbitri hanno sempre confermato i loro referti e i provvedimenti adottati dal giudice sportivo sono stati confermati.

(Sergio La Torre)