Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Castellanzese in serie D, una festa per tutta la città

Si sono svolti questa sera, prima in Comune poi allo stadio, i festeggiamenti per la promozione in serie D della prima squadra della Castellanzese.

«Siamo qui riuniti, opposizione e maggioranza, per festeggiare il vostro traguardo che sa anche di miracolo - ha commentato il sindaco Mirella Cerini -. Io ho sempre tifato anche se non sempre capisco quando è fuorigioco. Ringrazio il presidente per averci sempre creduto nonostante le difficoltà. I gufi sono rimasti al palo».

Fin dall’inizio in testa alla classifica, la Castellanzese ha raggiunto per la prima volta nella storia della città, un traguardo inaspettato all’inizio dello scorso settembre. E, in previsione della campagna acquisti per il prossimo anno, ha invitato il sindaco a coprire il ruolo di ala donandole una maglia da gioco”.

Entusiasta della sua nuova maglia, il primo cittadino ha quindi invitato tutta la città a essere vicini in futuro alla squadra, sostegno fondamentale per i ragazzi per mantenere alto il prossimo anno questo livello.

Accanto al sindaco, anche il delegato allo sport Gigi Croci ha ringraziato il presidente Affetti che, prese le redini della società nel 2003, in 16 anni ha portato la Castellanzese dalla seconda categoria in serie D. «In questi anni ho scoperto l’affetto della città che per noi è stato molto importante - ha sottolineato il presidente -. Noi siamo felicissimi di essere qui e spero che i castellanzesi rispondano a questo risultato. Cosa ci può gratificare di più alla fine se non avere dei tifosi?».

Ora la promessa per tutti è di rivedersi per un altro festeggiamento, il centenario della società neroverde nel 2021.

(Manuela Zoni)