Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Casorate - Pall. Cerro Maggiore 65-74

CASORATESE-PALL. CERRO MAGGIORE 65-74

PALL. CERRO MAGGIORE: Turano 16, Mariani, Ballarate 15, Rossi 18, Maniero 12, Puglisi ne, Pastori ne, Persico 2, Meraviglia, Gastoldi 6, Morandi 5. All. Mattia Botti.

Un piccolo brivido, poi una grande rimonta. E con un secondo tempo sontuoso, la Pallacanestro Cerro Maggiore espugna Casorate Sempione, rispondendo così a distanza alla vittoria di Varedo.

Come sempre non una domenica semplice per coach Mattia Botti, costretto a rinunciare a Pastori e Puglisi colpiti entrambi da malanni di stagione. Cerro Maggiore senza “fattore P” e con un approccio alla partita un po’ troppo morbido. Merito dell’aggressività dei padroni di casa, che scappano addirittura fin sul +13 nel secondo periodo (33-20). Rossi dà la scossa e con Turano produce un parziale di 14-0 che permette di mettere addirittura la testa avanti, anche se due triple di Stefano Di Giovanni rilanciano Casorate. 

Nella ripresa, però, sale d’intensità la difesa di Cerro Maggiore: 26 punti concessi (13 in ogni quarto), con Matteo Ballarate che ritrova fiducia e produce 11 dei suoi 15 punti nel solo terzo periodo. Buono l’apporto anche di Maniero (12+11) nonostante percentuali non brillantissime (come tutta la squadra). Cerro Maggiore però trova i meccanismi giusti, attacca il ferro, va spesso in lunetta, e in difesa Morandi mette la museruola su Di Giovanni, con Gastoldi che regge bene il peso dell’attacco sotto canestro. Per due punti preziosissimi.

Paolo Andrea Zerbi