Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Bernocchi 2016: "I Campioni tornano a Legnano"

Venticinque squadre con campioni di eccellenza: la Coppa Bernocchi - 41esimo Gran Premio Banca Popolare di Milano "scalda" i pedali, e si prepara a regalare emozioni per le strade di Legnano e della Valle Olona. La 98esima edizione della gara ciclistica, in programma per mercoledì 14 settembre, è stata presentata questa mattina, 9 settembre, in comune. 

A fare gli onori di casa il Primo Cittadino legnananese Alberto Centinaio. «Essere giunti alla 98esima edizione della competizione - ha sottolineato il sindaco - è un record, un risultato importante raggiunto dall’U.S. Legnanese, che quest’anno ha inoltre inaugurato una nuova sede, portato a Legnano l’arrivo di una tappa del Giro d’Italia femminile e dato vita ad un’iniziativa importante come la “Pedalata per la Pace”. Società come l’U.S. Legnanese  - ha proseguito Centinaio - sono un onore per la città di Legnano, ed è un onore che la città si mobiliti per questa manifestazione: ciò che conta sono i risultati, e questa Coppa Bernocchi parla da sé, sarà un bellissimo spettacolo».

Punto di forza della manifestazione è il ruolo di importante test tecnico – tattico in vista dei Campionati del mondo di ciclismo. «È importante – ha spiegato l’assessore allo Sport Maurizio Tripodi - sottolineare il valore di questa competizione, che da qualche anno è ormai stabilmente ricollocata a settembre: la validità della gara per la preparazione in vista dei campionati mondiali ne accresce ancora di più il rilievo sportivo».

Non solo valenza sportiva, tuttavia, ma anche formativa per la corsa che aprirà il Trittico della Regione Lombardia: «Partecipare alla “Recycling Cup – Bernocchi Scuola  - ha precisato l’assessore alle attività educative Chiara Bottalo - è una bellissima esperienza per i ragazzi delle scuole medie, che permette loro di sentirsi parte della gara ed ha un importante valore educativo per la sensibilizzazione ecologica».

Anche quest’anno, per lo svolgimento della competizione è stato imprescindibile l’apporto della Banca Popolare di Milano: «Mantenere la manifestazione in questi anni difficili – secondo Mauro Mezzanzanica, responsabile BPM del distretto Ovest Legnanoè stato un grande successo, e il 14 settembre la competizione sarà una festa per tutti».

LE SQUADRE E I CORRIDORI - A sigillare l’importanza della manifestazione “nel nome della tradizione, per abbracciare la leggenda”, le parole del presidente dell’U.S. Legnanese Roberto Damiani, che ha voluto ribadire la qualità dei corridori partenti: «Quest’anno parteciperanno alla corsa 25 squadre, il numero massimo possibile, e questo proprio perché la gara si svolge a 4 giorni dai Campionati europei di ciclismo su strada ed a 2 settimane dal Campionati mondiali. Trovare sulla linea di partenza corridori come Elia Viviani, neo-campione olimpico, Giacomo Nizzolo, campione italiano in carica, e forse anche Fabio Aru, dà un’idea dell’importanza della manifestazione, e rischia addirittura di far passare in secondo piano altri nomi prestigiosi come quelli di Damiano Cunego e di Filippo Pozzato. La Coppa Bernocchi – ha continuato Damiani – è parte della città, e l’U.S. Legnanese è già al lavoro per l’organizzazione del centenario della competizione».

IL PERCORSO - Il percorso della competizione, presentato da Giuseppe Calcaterra, in sala insieme al suo ex direttore sportivo Ottavio Crepaldi, si mantiene invariato rispetto a quello della precedente edizione: Il ritrovo è confermato in Largo Franco Tosi a partire dalle 9.30 di mercoledì 14 settembre, mentre l’incolonnamento dei corridori avverrà alle 11.30 per raggiungere il chilometro “0” in Corso Sempione. L’arrivo è previsto tra le 16 e le 16.20 in Viale Toselli. «È un percorso difficile – ha chiarito Calcaterra -, che darà vita ad una gara aperta. Sarà sicuramente un grande spettacolo».

Tra le conferme rispetto alla precedente edizione anche quella dell’iniziativa relativa al numero 108: dal 2013, dopo la morte di Wauter Weinlands, questa pettorina è stata ritirata dalla Coppa Bernocchi e, a partire dallo scorso anno, è stata dedicata a personaggi significativi per la città di Legnano. Quest'anno il numero 108 è dedicato a Davide Nicola, ciclista che ha militato per qualche anno nella fila della compagine legnanese, tragicamente scomparso in un incidente stradale 26 anni fa.

Galleria Fotografica a cura di Luigi Frigo

(Leda Mocchetti)