Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Missione cittadina: sale l'attesa in città

E' un frate hipster l'icona della evangelizzazione che dal 12 al 23 ottobre invaderà Legnano. Ed è proprio questo lo spirito su cui si basa l'evento che vuole scuotere la fede di chi già crede, ma anche di chi negli anni se ne è allontanato, una missione che vuole parlare a tutti, entrando in ogni casa, chiesa, associazione, scuola, ma anche bar e negozi. Perchè la "Chiesa in uscita" non fa distinzioni parlando all'uomo e alla donna di oggi. «Perchè questa missione? - spiega Gianni Borsa, coordinatore cittadino della missione - Si tratta di un evento ecclesiale che si rivolge a tutti, un evento che si basa sul cuore della fede, la Bibbia. Partendo dal brano di vangelo in cui si narra dell'incontro tra Gesù e Zaccheo, la città sarà chiamata a vivere l'incontro con il Signore che vuole trasmetterci ovunque la gioia del Vangelo. Un incontro che il Papa ci ricorda tutti i giorni attraverso il concetto di "Chiesa in uscita"»

Il 12 ottobre si avvicina e la città di Legnano si prepara all'evento con 4 appuntamenti: ai giovani sarà riproposta l'esperienza di Luci nella Notte (17 settembre); al liceo Galilei sarà presentata una ricerca sui giovani e la fede (29 settembre); seguirà sabato 8 ottobre un concerto meditazione del coro dei giovani Shekinah della Diocesi di Milano; infine a Palazzo Da Perego si terrà una serata per ripercorrere "100 anni di Chiesa a Legnano". 

La proposta di far arrivare i frati proprio a Legnano, - dove l'ultima missione si è svolta nel 1969 - nasce da una esigenza locale delle parrocchie per rinnovare l'incontro con il Signore. Sono 100 circa i francescani che arriveranno in città e che saranno ospitati dalle famiglie legnanesi: «Questa missione lascerà un'eredità forte, sarà un'occasione per mettersi in discussione ed uscirne rigenerati riscoprendo di far parte di una comunità. Ovvio, c'è chi semina e chi raccoglie: il nostro invito è quello di stare attenti a tutto ciò che faremo in tutte le realtà sociali, nei luoghi di ritrovo, pechè il messaggio è quello di una grande apertura. Andremo dappertutto, soprattutto dove ci sono situazioni di sofferenza e marginalità».

Alla cerimonia di apertura, mercoledì 12 ottobre nella chiesa di San Domenico, sarà proprio l'Arcivescovo di Milano Angelo Scola ha consegnare il mandato missionario: «Il Cardinale segue molto da vicino questa missione - sottolinea Borsa -, perchè un grande evento che non succede tutti i giorni. Arriveranno frati da tutta Italia per portare la loro ricchezza e questo sarà oggetto di richiamo anche per i paesi vicini». Oltre a gruppi di ascolto, serate di catechesi, attività nelle scuole e gazebo in piazza, sarà proposta una serata spettacolo con la ballerina Simona Atzori, uno spettacolo conclusivo al PalaBorsani e una via Crucis cittadina per le strade. 

Tutte le parrocchie, da marzo, stanno lavorando per preparsi al meglio alla Missione e proporranno durante quella settimana eventi specifici interni. La campagna pubblicitaria partirà a breve, attraverso volantini, affissioni, ma anche canali social gestiti da ragazzi. Tutte le informazioni e i programmi sono disponibili anche sul sito internet.

Manuela Zoni

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI