Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Gli anni della "mala" affascinano il Ratti

Pienone in Sala Ratti, a Legnano, per la proiezione di Italian Gangsters con la partecipazione in sala  degli sceneggiatori Federico Gnesini e Valentina Strada. 

Inserito nel programma del Busto Arsizio Film Festival, per la rassegna Made in Italy, il docu-film, vincitore della sezione Orizzonti al Festival di Venezia, ha colpito il pubblico per la sua capacità di raccontare gli anni della "mala" tra fascinazione e realtà.

Il regista, Renato De Maria, ha scelto sei "Spietati": Ezio Barbieri, Paolo Casaroli, Pietro Cavallero, Luciano De Maria, Horst Fantazzini, Luciano Lutring. Gli attori che li interpretano ne ricostruiscono la psicologia con un semplice ma profondo dialogo di fronte alla telecamera (colpisce la loro bravura), le fonti storiche, messe a disposizione dall'Istituto Luce, e gli spezzoni di film fanno il resto. 

«Tutti hanno una componente umana - hanno spiegato gli sceneggiatori - anche i banditi. In questo caso hanno avuto un atteggiamento conflittuale nei confronti delle proprie vite attorno alle quali hanno auto-costruito, caricandoli di romanticismo, i rispettivi personaggi. Nello scrivere questo film non ci siamo posti questioni morali».

A moderare il dibattito, Celeste Colombo. 

Questa sera nuova tappa del Baff con la proiezione di Madeleine. Qui la trama. In sala insieme ad Andrea Osvart, produttrice del film.

Alle 21.30 per la serata BAFF OFF al Circolone di Legnano (Via San Bernardino, 12) è prevista la proiezione (pillow screening) di Trainspotting di Danny Boyle, a vent'anni dall'uscita. A seguire VJ Set di Ariele Frizzante.

Qui il programma di tutta la giornata 

 

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI