Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Via Collodi in attesa di asfaltatura da 24 anni

Un rione attende l'asfaltatura di una strada da 24 anni. La lettera denuncia è di Franco Roman, che ama firmarsi "Lu nepote de Vevella", il quale ricollega l'origine della vicenda di via Collodi angolo via Zaroli a un incidente stradale accaduto al proprio figlio nel 1991: "Non fu possibile dare la multa ed erigere il verbale dell'incidente causato per mancato diritto di precedenza dalla controparte - ci scrive Roman - poichè non esisteva ancora il cartello con la segnalazione della via. La Polizia Locale attestò che era una via nuova che stavano facendo e allora pazienza. Tanto il danno, per fortuna, non fu esoso. Dopo qualche anno sono stati messi i cartelli indicatori il nome della via a Nord e a Sud, ma per ultimare la strada era ancora... presto".

Da allora la strada sarebbe rimasta così, sterrata: "All'Olmina - prosegue il nostro lettore - stiamo per battere il record di costruzione stradale da quando ci son voluti 27 anni per fare e finire la via Anna Frank! Forse la via Carlo Collodi è destinata ad essere inserita sul libro del Guinness dei primati mondiali? Quanti anni dobbiamo ancora aspettare? Vede, Sig. Sindaco Centinaio, anche finire una strada con l'adeguata illuminazione fa parte dell'ottimismo sulla sicurezza ambientale che dovremmo avere noi cittadini di Legnano, ma voi quando la smettete di dire solo parole e i fatti quando li fate?"

"Cara Tiziana Colombo, consigliere comunale ed ex PD - conclude Roman - ti senti snobbata per il tanto darti da fare per una pensilina rotta da un anno e noi che dovremmo dire? Stiamo parlando di una strada lunga circa 200 metri e sono più di 24 anni che è in costruzione. E tu, onorevole Stefano Quaglia, che conoscerai la storia visto che abiti vicino, aiutaci acciocchè l'amministrazione comunale ci finanzi qualche tubetto di Vasellina Pura per poter alleviare il dolore di ogni giorno ad utilizzare questa via così com'è ancora oggi. Siamo nel 2015!".


Gentile Direttore Le chiediamo ospitalità per una breve risposta al sig. Franco Roman il quale ci chiama in causa nella lettera riguardante la vergognosa situazione della via Collodi che persiste da ben 24 anni.Caro sig. Roman lei ha semplicemente ragione come molti altri cittadini che quotidianamente ci rendono edotti sulle molte criticità presenti nella nostra città come per esempio la pensilina di via Monte Cervino da lei citata.Ci creda,noi facciamo il possibile e consideriamo frustrante il dover ricorrere agli organi di stampa per poter smuovere qualcuno o qualcosa. D altronde non le é di certo sfuggito che entrambi non facciamo più parte del pd, ci sarà pure qualche ragione!!

Consiglieri Comunali Tiziana Colombo, Stefano Quaglia