Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

LA GIUNTA CENTINAIO SFUGGE IL DIALOGO E IL CONFRONTO

Il Sindaco Centinaio e la sua Giunta "quelli del dialogo", a proposito del patto di sicurezza, hanno presentato oggi alla stampa il loro piano per risolvere la questione Rom a Legnano .
Sono veramente indignato per il comportamento del Sindaco Centinaio, poichè a suo dire ha coinvolto vari gruppi di volontariato ed altre organi istituzionali del territorio, senza fare un doveroso passaggio in Consiglio Comunale, e discutere della urgente questione rom con i consiglieri comunali, gli unici delegati ad affrontare la questione in quanto eletti dai cittadini legnanesi, che oltre a votare il Sindaco hanno votato anche per eleggere 24 consiglieri.
Il Sindaco Centinaio, ci tengo a ribadirlo, ha fatto una campagna elettorale promettendo che sarebbe stato l'uomo del dialogo ,come se a Legnano la vecchia amministrazione non avesse mai dialogato con l'oppsizione, quindi ancora una volta scivola su questo argomento, preferendo presentare alla stampa un documento molto importante per la sicurezza dei legnanesi, senza preoccuparsi minimamente di ascoltare i consiglieri comunali di opposizione che avrebbero potuto apportare modifiche migliorative al documento.
Conosco in modo superficiale il contenuto del documento, in quanto so soltanto quello che hanno scritto i giornali locali, ma naturalmente tutto questo lo ritengo molto grave perchè è venuto meno il confonto democratico in consiglio comunale fra i vari gruppi politici .
Comunque, in base a quello che che ho letto, giudico questo piano sicurezza molto debole, non risolutivo, perchè gli interventi sono lunghi, mirati all'integrazione dei rom, che a mio avviso non hanno mai dimostrato nessuna intezione di integrarsi e rispettare le regole, perchè amano vivere nella libertà più assoluta e calpestare le leggi vigenti del nostro Paese.

Domenico Gangemi
Vice capogruppo consiliare del PDL Legnano