Sì o No al Referendum, una scelta consapevole

Successo ieri sera, giovedì 10 novembre, alla serata di debutto dell'associazione culturale "Area Giovani" di Castellanza. La sala conferenze della biblioteca era piena di persone interveute per ascoltare un argomento di forte attualità come quello del referendum del 4 dicembre. 

Perchè sì? Perchè no?: questo proprio il titolo dell'incontro che ha visto come relatori, per il sì Samuele Astuti, segretario provinciale del PD e sindaco di Malnate, mentre per il no Pietro Paganini, ricercatore di “Competere” e docente alla John Cabot University di Roma.

«Il referendum è un’occasione imperdibile – ha commentato  Astuti – per migliorare il funzionamento politico-istituzionale del nostro sistema Paese, velocizzandolo e rendendolo più efficace». «Cambiare per il puro gusto di cambiare ha poco senso - ha replicato Paganini -. Il cambiamento, se fatto, deve essere finalizzato ad un reale miglioramento delle cose. Questa però è una riforma piena di contraddizioni».

Durante la serata, i ragazzi dell'associazione hanno distribuito ai presenti il testo attuale della Costituzione e quello modificato qualora dovesse "vincere" il sì. «Vogliamo sviluppare una mente aperta e attiva, illuminata e attenta al mondo che la circonda», ha commentato il presidente dell'Area Giovani, Alessio Gasparoli -. Abbiamo voluto iniziare da questo evento in quanto ė all'ordine del giorno nel nostro Paese e non potevamo rimanerne indifferenti. Con questa serata volevamo aiutare tutti, in particolare i più giovani, a comprendere meglio i temi che vengono trattati dalla riforma Costituzionale. Ciò che ci ha guidati nella preparazione di questa serata ė stato il perchė. Riteniamo sia importante comprendere sempre il perchė di ogni scelta agendo con razionalità e spirito critico». 

«Come debutto devo dire che ė stato molto soddisfacente. Un'ottima serata. Siamo contenti di essere riusciti a coinvolgere anche numerosi giovani nostri coetanei» ha concluso Gasparoli.