Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Sognare Insieme Castellanza": il programma elettorale

Riceviamo e pubblichiamo dalla lista civica "Sognare Insieme Castellanza" con Michele Palazzo sindaco

La nostra visione di città nasce dall’ascolto dei cittadini di Castellanza, che ci hanno aiutato a definire contenuti e priorità sulla base di un presupposto. Le persone chiamate ad amministrare Castellanza si devono impegnare, sottoscrivendo un Patto per dare concreta realizzazione ai suoi contenuti operando nell'interesse esclusivo del bene comune in coerenza con i seguenti obiettivi di sistema:

- Prendersi Cura della Comunità, con spirito di servizio;

- Dare attenzione alle fasce più deboli dei cittadini con politiche e iniziative per dare voce ai delusi, agli ultimi e agli inascoltati; 

- Promuovere la Partecipazione attiva della Comunità ai processi decisionali, con un sistematico confronto democratico;

- Sviluppare nella Comunità un forte senso civico a garanzia di un futuro di sviluppo economico e sociale sostenibile;

- Rispettare i criteri e i vincoli sottesi alla redazione del Bilancio Pubblico

Qui di seguito i punti fondanti del nostro PROGRAMMA

VOGLIAMO UNA CITTA’ A MISURA D’UOMO

- ridisegnare il futuro del territorio con la revisione del Piano di Gestione del Territorio), privilegiando l’appartenenza all’ Area Metropolitana di Milano;

- salvaguardare le attuali aree destinate al verde e/o all’agricoltura da intensivi interventi edili;

- riprogettare le zone pedonali, ciclopedonali, la mobilità del traffico, viabilità e istituire zone a traffico limitato eliminando le situazioni incongruenti rispetto alla sicurezza e circolazione stradale;

- premiare ed agevolare i "progetti" che tendano a unire la comunità attuale;

- eliminare/ diminuire il traffico di attraversamento creando idonee alternative e riducendo comunque la velocità nel centro città;

- completare l’azione di abbattimento delle barriere architettoniche;

- condividere con le Amministrazioni interessate la soluzione più idonea per la risoluzione del traffico sul ORSO Sempione in località Buon Gesù

VOGLIAMO UNA CITTA’ SENZA AREE DEGRADATE, PULITA E FIORITA  

garantire il decoro con servizi efficaci di pulizia delle strade, manutenzione dei marciapiedi, e interventi concreti di arredo urbano, con aiuole curate, incentivando   la comunità a far fiorire i propri spazi;

- riorganizzare i servizi del Cimitero inserendo la figura di un custode e garantendo lavori di manutenzione adeguati e idonei;

- incentivare la diffusione di orti e/o nuove ed innovative attività agricole in spazi abbandonati o non coltivati;

- creare nuovi spazi attrezzati per cani incrementando i controlli del rispetto delle regole;

- completare le attrezzature del Parco dell’Università con un impianto di illuminazione adeguato;

- posizionare in spazi strategici servizi igienici pubblici: “vespasiani”.

VOGLIAMO UNA CITTA’ UNITA

- trasformare la parte del nostro territorio percorso dal fiume Olona, dalla zona ex. Enel al Centro Sportivo, perché possa diventare il cuore della nostra città attorno a cui girano tutte le strutture oggi presenti, un parco pubblico e un’area attrezzata per feste popolari e incontri;

- ricucire in un’unica entità le due zone di Castellanza e di Castegnate; 

- creare un collegamento organico fra la stazione ferroviaria, i cittadini e il centro città.

VOGLIAMO UNA CITTA’ VIVA E DA VIVERE, ATTENTA ALLE RELAZIONI SOCIALI E AL BENESSERE DELLA PERSONA 

- favorire l’incontro delle diverse componenti della popolazione per riscoprire i valori di appartenenza alla comunità, con i suoi diritti e doveri, grazie ad un Centro Polifunzionale Aggregativo;

- garantire servizi alla persona adeguati a tutta la cittadinanza, ma in particolare alle fasce più deboli o emarginate con revisione delle le fasce ISEE;

- prestare attenzione ai bisogni delle famiglie con disabilità: disabili, anziani non autosufficienti, …, predisponendo soluzioni di intervento anche finanziario o di assistenza adeguati;

- rivedere la modalità di erogazione dei servizi dell’attuale RSA Giulio Moroni; 

- coinvolgere le risorse umane degli anziani, forti delle loro esperienze e attitudini in un processo di trasmissione delle proprie competenze lavorative ai giovani;

- istituire la figura di un “consulente - difensore civico” che aiuti il cittadino a leggere e prevenire le difficoltà della burocrazia nelle situazioni di vita quotidiana: stipulazione di contratti, letture di utenze, assicurazioni ….;

- ripristinare un periodico cartaceo, con cui informare la comunità della vita sociale in affiancamento agli strumenti on line;

- creare un punto di incontro tra la domanda di bisogni e l’offerta di soluzioni o opportunità, a costi zero e favorire la nascita della banca delle ore da mettere a disposizione per attività sociali;

- favorire la nascita di associazioni di volontariato, garantendo gli interventi necessari per mantenerle efficienti ed efficaci;

- premiare tutte le iniziative formative al fine di una prevenzione da qualsiasi forma di dipendenza che danneggia la persona, la famiglia e la comunità;

- migliorare l’utilizzo delle strutture sportive, alla luce delle infrastrutture fornite anche dagli oratori e tenendo conto della domanda indotta dalla presenza delle università;

- favorire la buona prassi della raccolta differenziata e di nuove tecniche volte a raggiungere l’obiettivo: rifiuti zero = meno tasse;

- essere attenti alle nuove tecnologie di risparmio energetico e di tutela dell’ambiente ed individuare eventuali ricadute concrete a vantaggio dei cittadini;

- rivedere i criteri del sistema di erogazione dei contributi alle varie associazioni operanti in Castellanza 

VOGLIAMO RECUPERARE LE AREE DISMESSE QUALE GRANDE OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO E CRESCITA OCCUPAZIONALE 

- favorire interventi di riqualificazione del patrimonio residenziale esistente;

- ridurre drasticamente la possibilità di nuovi centri commerciali a superficie medio grande;

- attivare studi di fattibilità con i Comuni di Marnate, Rescaldina e Regione Lombardia per valorizzare e conservare il territorio oltre l’autostrada;

- per l’area ex Montedison:

- prevedere interventi di bonifica e insediamenti di attività artigiane a basso impatto ambientale e urbanistico superando l’attuale utilizzazione a polo chimico,  

- favorire la nascita di un polo per start up di alta tecnologia, a fianco di una quota di recupero del territorio di rispetto e sviluppo del Cimitero e di verde pubblico;

- rivedere la destinazione d’uso delle aree industriale ex Enel, ex CRM, ex Tintoria Bianchi in un’ottica di recupero architettonico e ambientale;

- rivalutare in una logica di interesse pubblico la destinazione dell’area ex Mostra del Tessile riqualificando il Viale Borri;

- attribuire una nuova vocazione alla Strada Provinciale 527 “Saronnese”, a partire dalla porta ingresso a Sud della Valle Olona. 

VOGLIAMO UNA CITTA’ SICURA E ACCOGLIENTE

- potenziare la collaborazione con le Forze dell'Ordine presenti sul territorio;

- definire e diffondere le procedure per attivare il Controllo di Vicinato sul territorio;

- favorire la presenza di cittadini sentinelle a cui la cittadinanza può segnalare disfunzioni o anomalie in materia di sicurezza, mantenendo stretti rapporti con le Autorità competenti;

- stilare un Patto di Solidarietà con chi ha bisogni reali;

organizzare una scuola di alfabetizzazione e di cultura finalizzata all’integrazione degli stranieri, per agevolare la conoscenza e la comprensione delle leggi e delle istituzioni dell’Italia;

- collaborare con le Prefetture e le Parrocchie sui temi dell’immigrazione e dell’accoglienza, organizzando un tavolo permanente di confronto per affrontare le emergenze di immigrazione e di accoglienza;

- stipulare un Patto Di Solidarietà con Istituzioni locali, Enti religiosi e Associazioni di volontariato cosi da individuare fattive forme di collaborazione nel rispetto delle reciproche esigenze per una convivenza civile.

VOGLIAMO CITTA’ ATTENTA ALLA CULTURA che valorizzi i "tesori del territorio”

- rendere viva la città in ogni periodo dell’anno offrendo ai cittadini e ai comuni limitrofi un ventaglio di opportunità culturali, ricreative, di informazione preventiva per la propria crescita e benessere, evitando competizioni, sovrapposizioni e vanificazioni;

- coinvolgere tutte le strutture culturali, educative, sanitarie, di associazione in un processo di pianificazione e programmazione delle attività;

- promuovere azioni congiunte per la valorizzazione del paesaggio, delle valenze ed emergenze storico-culturali naturalistiche della Valle al fine di favorire percorsi turistici

- creare un Centro Studi per educare alla Legalità per ricerche, convegni, mostre ....;

- istituire la sede dell’Ecomuseo della Valle Olona di Castellanza e sostenerne le iniziative volte a ricercare e valorizzare tutti gli aspetti nei diversi ambiti del proprio territorio;

- valorizzare il patrimonio del MUSEO PAGANI sostenendo iniziative volte a ridare visibilità e continuità;

- dedicare risorse sufficienti alle strutture scolastiche al fine di assicurare interventi di adeguamento tecnologico e di manutenzione, con recupero di laboratori lasciati in disuso, ma utili al processo formativo;

- valorizzare le esperienze positive delle singole strutture educative, pubbliche e private

- creare una rete sinergica al fine di migliorare e ampliare la collaborazione della Biblioteca con le diverse strutture del territorio;

- assegnare alla Biblioteca gli spazi della Sala Rotonda che può essere la sala polivalente per attività varie: teatro, concerti, conferenze, rappresentazioni teatrali e circoli culturali, destinando l’attuale Sala Conferenze ad attività multimediali;

- sostenere le iniziative presenti sul territorio, che attraverso volontari, consolidano il percorso formativo scolastico di utenti della scuola primaria e di primo grado, fornendo loro spazi adeguati;

- pensare un Piano di Formazione Permanente che interessi le diverse fasce di età: dai giovani in cerca di lavoro, alle donne che vogliono riqualificarsi agli anziani che vorrebbero saperne di più o coltivare aspirazioni e attitudini. 

VOGLIAMO una CITTA’ CON COMITATI DI ZONA

- per riqualificare le periferie attualmente trascurate

VOGLIAMO una CITTA’ CAPACE DI ATTIVARE UN FORTE CAMBIAMENTO 

- far comprendere alla comunità una "nuova visione urbana complessiva” e chiedere la collaborazione di tutti per la sua realizzazione

- riconsiderare le risorse disponibili, le competenze, il modello organizzativo attuale;

- garantire una burocrazia comunale attenta e disponibile ai bisogni dei cittadini;

- migliorare l’accesso all’informazione sugli atti amministrativi;

- incontrare direttamente i cittadini senza appuntamento, nei feriali;

- rendere gli orari di apertura al pubblico più flessibili, per favorire l'incontro dei bisogni del cittadino con i servizi amministrativi;

- cambiare in modo radicale l'approccio alle convenzioni/concessioni con terzi che usano le strutture pubbliche;

razionalizzare gli spazi per rispondere al bisogno di più richieste: abitazioni, campi di calcio, palestre ... ;

valutare le proposte dell’Azienda Consortile Medio Olona, con l’offerta del Comune di Busto Arsizio in merito ai servizi alle persone;

far conoscere al cittadino i costi sostenuti dei vari servizi rispetto ai benefici che giudica di aver effettivamente fruito direttamente o potenzialmente.

Se credi in tutto ciò, esprimi il tuo VOTO alle prossime Elezioni Amministrative del 5 giugno 2016 alla LISTA CIVICA: Collabora a Spazzar Via Un Potere A Gestione Clientelare E Burocratico. Il futuro è delle persone oneste. Per un progetto di forte e radicale cambiamento di prospettiva. Non perdiamoci di vista.... anche dopo le elezioni!

Sognare Insieme Castellanza

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI