Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Palio, Calcio e... Pompe Funebri all'Incantesimo della Nostalgia

Serata carica di cultura, buonumore, musica, storia locale al Welcome Hotel per il quinto appuntamento con L'incantesimo della Nostaglia, potagonisti Luciano Cassina, esponente del Palio di Legnano con il tema letterario"Hanno detto di noi... La battaglia di Legnano nelle opere degli artisti"; Carlo Salmoiraghi, titolare della conosciuta ditta di Pompe Funebri; Vanessa Paolillo, prima presidente donna dell'Ac Legnano; Piero Ferrario, storico reggente della contrada Legnarello; Stefano Quaglia e Daniele Berti con una raccolta di immagini degli ultimi 15 anni di come è cambiata Legnano.

Serata carica di sorprese per il solito, affezionato pubblico che ha riempito la sala della famiglia Calini

Subito, uno scoop musicale con un "Me car Legnan" in versione blues: alle chitarre Giuseppe Calini e Alex Destrieri, la voce di un inedito Daniele Berti.

Luciano Cassina, già gran priore di S.Bernardino e consigliere del Collegio ha emozionato, e si è emozionato, recitando brani, versetti, poemi di autori storici che hanno ripreso la battaglia di Legnano nellle loro opere: Carducci, Pascoli, ma anche il nostro Ernesto Parini. 

In una alternanza tra serio e faceto, riferito proprio al Palio, ecco poi lo show di Piero Ferrario, affiancato dall'inseparabile amico Terenzio Bonfanti. Ancora felice per la vittoria del "suo" Legnarello ha portato, altra sorpresa, un personale fotofinish dell'arrivo della corsa. Risate e applausi. Nessuna intenzione di offendere o prendere in giro alcuno. Solo un momento per sorridere con tutti, amici e rivali.

Stefano Quaglia e Daniele Berti hanno dedicato l'amarcord fotografico agli ultimi 15 anni di Legnano e alle sue principali trasformazioni. Immagini soprattutto legate al cambiamento dell'area Cantoni, al passaggio dell'Olona in centro, ad alcuni angoli dimenticati di una città notevolmente diversa dai primi anni Duemila.

Prima donna presidente dell'Ac Legnano, Vanessa Paolillo, ha mostrato tanta determinazione e una passione grande così. Immancabile l'appello a sostenere il rilancio della società lilla in cui papà Gaetano sta recitando il ruolo di assoluto patron.

Infine, la storia di sei generazioni della famiglia Salmoiraghi, quella conosciuta come una eccellenza nel settore delle PompeFunebri, ma grazie alla vivace dialettica e ai ricordi di Carlo, attuale titolare dell'impresa, apprezzata dall'altra sera anche per essere stata tra le prime a rappresentare una città mai stanca di dar vita a progetti e ad iniziative commerciali di assoluto spessore.

Ambrogio il capostipite, Raffaele trisnonno dalle idee moderne già alla fine dell'800, nonno Stefano e papà Angelo, nel racconto di Carlo sono apparsi "monumenti" degni di essere affiancati ai migliori rappresentanti della imprenditoria legnanese.

Prossimo appuntamento al Welcome Hotel, venerdì 3 settembre, con la presentazione ufficiale della nuova squadra lilla.

Video di Gea Somazzi, immagini di Luigi Frigo

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI