Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Guidi ad Amga:" Nessun colpo di sole!"

E' arrivata anche nella riunione dei capigruppo del Consiglio comunale la polemica tra il consigliere comunale Luciano Guidi (NCD) e la presidenza Amga, a seguito di un nostro servizio relativo alla siccità che sta desertificando le aree verdi della città (qui il testo).

Infatti, la replica di Amga (leggi qui) non è piaciuta in senso generale e ci risulta che l'intera assemblea abbia manifestato solidarietà a Guidi. In effetti, la risposta di Amga non è stata di carattere tecnico, ma soprattutto di natura politica, senza entrare nel merito della questione e suscitando già in giornata una reazione su Facebook da parte di Stefano Quaglia (Per Legnano): "Sono allibito dalla risposta di Amga - scrive Quaglia -, un consigliere comunale ha diritto di dire la sua su tutte le questioni che riguardano la città senza essere insultato. Anzi, mi piacerebbe sapere chi è il ghostwriter di AMGA. Non penso lo abbia scritto Giuliano di persona. Non esiste che una spa del Comune di Legnano si permette di insultare un consigliere comunale. Se insulti uno del cda della tua capogruppo generalmente ti licenziano!".

In serata, dopo la riunione dei capigruppo, ecco il commento di Luciano Guidi, capo gruppo consiliare NCD, affidato a un comunicato stampa: "Caro Direttore, in relazione allo scritto della Presidenza di AMGA circa le osservazioni fatte dal sottoscritto in sede di consiglio comunale e poi riprese dalla stampa, mi hanno insegnato che lezioni di vita e di comportamento si accettano sempre: grazie quindi ad Amga!!!

Ma colgo nelle argomentazioni oltre ad alcune contraddizioni uno spirito di “onnipotenza”: ahimè malattia ben diffusa anche nell'Amministrazione Comunale Legnanese.

Ma è cosi difficile capire l'agire del consigliere comunale, soprattutto di minoranza, chiamato fondamentalmente ad un ruolo di controllo? Infatti quali spazi hanno i consiglieri se non le comunicazioni, interrogazioni, mozioni e ordini del giorno ? Non sono da considerarsi atti propositivi e di collaborazione ? O forse qualcuno desidera che mestamente andiamo a bussare alla porta ?

Evidentemente le comunicazioni, nello specifico, fra Amministrazione comunale e Partecipata AMGA non sono perfette, cosi come gli atti operativi fra Amministrazione, Amga, operatori-cooperative chiamati a svolgere la manutenzione del verde presentano evidenti segni di disattenzione.

Non mi ripeto per decenza, ma, potrei aggiungere oggi il parco di via A. Frank, la piantumazione del lungo Olona zona Via Gorizia e la prossima ennesima sostituzione delle pianticelle di Piazza San Magno nuovamente rinsecchite... E' oggettivamente innegabile davanti agli occhi dei cittadini lo stato del verde e delle relative e a volte ridicole manutenzioni.

Insomma esiste “ materia” per dimostrare che il consigliere scrivente per fortuna non ha subito colpi di sole".

(Marco Tajè)