Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Prete legnanese in aiuto dei marinai soccorritori

E' un missionario legnanese, padre Mario Fugazza, della comunità comboniana di Palermo, il sacerdote salito tra i primi sul mercantile portoghese "King Jacob", che la notte tra sabato e domenica scorsa ha soccorso il barcone naufragato di fronte alle coste della Libia con a bordo almeno 850 persone.

La nave sarebbe stata urtata dal peschereccio colato a picco con quasi tutto il suo carico di uomini, donne e bambini.

Arrivato a Palermo, il personale del mercantile è stato assistito psicologicamente e spiritualmente. E' così salita a bordo una psicologa seguita da un prete, appunto padre Fugazza, che insieme al parroco padre Antonio Gugliemi e all'economo padre Danilo Volontè, tutti della comunità Comboniana, gestisce la parrocchia di Santa Lucia.

Padre Fugazza è cresciuto all'oratorio di Legnanello dove Stefano Quaglia lo ricorda così: "E' sempre stato uno tra i più vivaci animatori dei nostri giovani. La sua ordinazione sacerdotale avvenuta nel 1989 è stata una festa per tutta la parrocchia. Poi la sua partenza per la missione in Uganda,  nella regione del Karamoja. E' sempre stato un sacerdote vicino ai più bisognosi e anche oggi con questa sua presenza a Palermo conferma una natura umana sempre aperta verso gli altri".

In questi ultimi anni, infatti, padre Fugazza svolge una delicata missione nel rione Zen, quartiere particolarmente carico di problematiche e di disagio sociale.

(Marco Tajè)