Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

I 7 sindaci pendolari: "Nessuna risposta da Regione Lombardia"

Delusione per i sindaci pendolari che, stamattina, si sono recati in treno alla riunione in Regione Lombardia tenutasi oggi sui disagi pendolari della linea S5/Direttrice 40.

A partecipare all'incontro sono stati i sindaci di Legnano (che aveva delegato a rappresentarlo all’incontro il consigliere comunale Stefano Quaglia in quanto impegnato in una seduta della Giunta Metropolitana), San Giorgio su Legnano, Canegrate, Nerviano, Parabiago, Pogliano Milanese e Vanzago che esprimono il loro forte rammarico per la riunione in Regione Lombardia tenutasi oggi sui disagi pendolari della linea S5/Direttrice 40.

A fronte di una serie di richieste puntuali da parte dei sindaci che hanno nuovamente riportato a Regione Lombardia le criticità relative al servizio ferroviario sulla linea, non è stata ottenuta alcuna risposta concreta ma soltanto una promessa di ulteriore incontro previsto per fine marzo.

Il rispetto per i pendolari della linea S5 e per le istituzioni rappresentate dai Sindaci di un territorio di oltre 130.000 persone, meriterebbe un atteggiamento diverso da parte di Regione Lombardia e di Trenord che gestisce il servizio pubblico sulla base del contratto di servizio.

L’auspicio è che Trenord e Regione Lombardia nell’incontro previsto per marzo, saranno in grado di dare risposte concrete in particolare in merito a:
• Conferma dell’esito del programma di manutenzione straordinaria sulle carrozze dei TSR che attualmente non è ancora terminato ed è in ritardo di altri mesi.
• Carrozze previste dei convogli sulla linea S5 e l’effettiva composizione riscontrata negli ultimi mesi.
• Risposta dettagliata sulle proposte di incremento delle fermate nelle stazioni tra Legnano-Vanzago presentate dai Comuni.
• Conferma della possibilità di istituire un meccanismo per far fermare i treni lunga-percorrenza nelle succitate stazioni nei momenti di criticità (soppressioni, guasti, ritardi elevati).
• Dettagli sul potenziamento previsto sulla linea S5 nella tratta Legnano-Vanzago e più in generale fino a Gallarate/Varese in vista di EXPO, ad oggi non noto. I Sindaci rimarcano l’assenza al tavolo dell’Assessore Alessandro Sorte – impegnato a Brescia in un altro incontro istituzionale – ed in particolar modo di Trenord i cui responsabili non hanno ritenuto di partecipare stante le difficoltà organizzative in questa fase di riorganizzazione aziendale.