Consiglio comunale decaduto, ma il ricorso è dietro l’angolo

Vicenda chiusa? Esiste ancora la possibilità di un ricorso al Consiglio di Stato ROTARY: ATTIVATO UN CALL CENTER PER MALATI NON GRAVI CONFARTIGIANATO: "HA CHIUSO IL 70% DELLE NOSTRE AZIENDE" ZTL DEL CENTRO: APERTA PER PORTARE AIUTI A CHI E' ISOLATO

"Giustizia è fatta.  Ad un anno esatto dalle dimissioni di 13 consiglieri comunali che hanno deciso di porre fine all’amministrazione Fratus e all’esito delle innumerevoli udienze e dei relativi ricorsi ad esse conseguenti, siamo giunti al verdetto finale. Il TAR della Lombardia ha emesso la sentenza che conferma in toto ciò che il Comitato Legalità ha sostenuto in tutti questi mesi.  Il Consiglio Comunale del 27 marzo 2019 non poteva essere convocato. Il ricorso al Difensore Civico è stato illegittimo come pure la nomina da parte di quest’ultimo del Commissario ad acta e la relativa surroga da esso illecitamente deliberata".

[pubblicita]Esulta così il dott. Antonio Guarnieri, presidente del Comitato Legalità a Legnano, poco dopo la mezzanotte, alla notizia che il TAR della Lombardia ha emesso la sentenza con cui vengono accolte tutte le istanze che fanno decadere il consiglio comunale della Giunta Fratus e portano alle elezioni per una nuova amministrazione.

"Abbiamo liberato la nostra città dal malgoverno della giunta Fratus con un’azione politica, lavorando in team con impegno, sacrificio e rispetto delle regole. Allo stesso modo usciremo da questa emergenza – la parte finale del commento del dott. Guarnieri -. Voglio ringraziare di cuore i nostri avvocati, Alberto Fedeli, Michela Cerini, Valerio Onida e Franco Brumana senza il contributo dei quali nulla sarebbe stato possibile. Siete stati i principali artefici di questo capolavoro, sacrificando ore, giorni e notti per la causa, senza chiedere nulla in cambio. Se Legnano avrà l’opportunità di essere finalmente amministrata da persone migliori, il merito sarà anche un po’ nostro".

Tutto finito, davvero, quindi? Noi lo speriamo davvero, perchè adesso c'è tanto bisogno di pensare ad altro, ma…, teoricamente, ci sarebbe ancora la possibilità di un ricorso in appello al Consiglio di Stato sulla sentenza di merito. Obiettivo, mantenere un dubbio sulla legittimità dell’intervento sostitutivo del difensore civico regionale, Carlo Lio, oggetto di un’indagine penale in corso. 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 26 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore