Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Playout e playoff amari per il tennis tavolo Parabiago

Nello scorso weekend i campionati a squadre regionali di tennistavolo hanno vissuto il loro gran finale, con la disputa dei playoff promozione e dei playout retrocessione.

La giornata di sabato 18 maggio, nella quale erano impegnate le due squadre parabiaghesi ancora in lizza, ha riservato grandi emozioni agli addetti ai lavori: i nostri due team giocavano uno a Milano i playoff promozione per la D1, l’altro in casa lo spareggio secco per la permanenza in C2 e le notizie si sono rincorse per tutto il pomeriggio, finché è arrivato l’amaro verdetto, con la nostra squadra di C2 retrocessa e quella di D2 che non riusciva a superare l’ultimo ostacolo e ad ottenere la promozione!

Naturalmente, non tutto è da buttare in questa incredibile giornata; in particolare la prestazione ai playoff dei nostri giovani canguri è stata di alto livello, per cui alla fine possiamo guardare al futuro con giustificato ottimismo.

Amara sconfitta interna del nostro team di serie C2 nello spareggio secco per evitare la retrocessione, contro i bresciani del Collebeato,i bresciani si sono rivelati squadra molto ostica e determinata, e anche se ben due punti sono stati ottenuti dal più quotato tra gli avversari solo ai vantaggi del quinto set, certamente il Collebeato non ha rubato nulla ed il 5-3 finale ha quindi condannato i canguri alla retrocessione dalla C2.

Tra i nostri, è stata come al solito gagliarda e positiva la prova di capitan Pietro Clementi, che dopo aver perso malamente il primo incontro si è rifatto negli altri due, mentre Giuseppe Baronio ha ottenuto con sicurezza il punto iniziale e  ceduto di misura nel secondo incontro.

Discorso a parte merita Roberto Giroda, il quale dopo una bella prestazione iniziale contro il numero uno avversario, con il quale ha ceduto sul filo di lana, si è lasciato invischiare nel gioco ostico e fastidioso degli altri due avversari, non rientrando più in partita.

Ai playoff promozione dalla serie D2 alla serie D1, cui partecipava con pieno merito la nostra squadra A (quella dei giovani, per intenderci) seconda classificata nel proprio girone ha dovuto partecipare ad un tabellone finale di playoff a sedici  dal quale sarebbero poi risultate promosse solo le prime due classificate.

I nostri ragazzi erano inseriti nella parte bassa, ed il sorteggio all’inizio li ha anche favoriti, facendogli evitare il primo incontro, con conseguente ammissione diretta ai “quarti di finale”; nei quali hanno dovuto affrontare l’insidioso Binasco, squadra molto esperta e navigata.

I nostri ragazzi non si sono però affatto impressionati e con autorevolezza hanno prevalso nettamente per 5-1.

Dopo il punto di apertura perso da Mattia Boretti contro il più titolato tra gli avversari, tutto è filato liscio per i giovani canguri, con due bei punti di un fortissimo Mauro Manciga, due del concentratissimo Emanuele Giroletti e uno di Luca Bigoni, subentrato a Boretti.

A questo punto, nel tardo pomeriggio giungeva l’ora della verità, ovvero lo scontro diretto, valido per la promozione con il forte Tradate.

Sapevamo del valore dei nostri avversari ma li abbiamo affrontati senza timori reverenziali e mettendo loro anche un po’ di paura, prima con il bel punto in apertura di Boretti sul numero tre avversario, poi con l’impresa sfiorata da Giroletti, uscito sconfitto solo al quinto set contro il forte numero uno dei varesini.

Manciga come al solito faceva la sua parte, sconfiggendo sia il numero tre che il numero due avversari, ma i canguri si fermavano lì: il Tradate chiudeva quindi con merito sul 5-3.

Resta però anche una forte consapevolezza ed un fondato ottimismo, per aver fondato e fatto crescere un gruppo che sicuramente in futuro saprà darci grandi soddisfazioni.

Tennis Tavolo Parabiago