Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Trekkmill Accademy a Rimini per il Festival del Fitness

C'era anche Trekkmill^ Athletic Academy, la cui sede Nazionale si trova a Castellanza, al Festival del Fitness di Rimini. L'inviato Mario Perron, ideatore del programma Trekkmill^, ci presenta le novità del Festival dove l'associazione sportiva, ha partecipato con uno stand dedicato alla presentazione del nuovo Treadmill meccanico T.Trekk 20 e della nuova formazione dedicata a istruttori T. Program Group Walking: «Il nostro obiettivo era quello di avere un feedback concreto,sia con iTotolari dei centri che hanno in uso il nostro prodotto che con tutti gli istruttori certificati sul territorio, stiamo parlando di numeri importanti.! Trekkmill ha presentato come detto il nuovo Treadmill T. Trekk20 ricco di interessanti innovazioni come la possibilita’ di connettersi con le varie Up, in grado di rilevare e conservare dati statistici, per un sempre miglior workout e ha colpito nel segno. Si tratta dell'unico Treadmill che simula realmente i percorsi di trekking outdoor, con possibilità di variare in modo fluido la pendenza, l’intensita’ di lavoro e molte altre “solution” . Al centro del progetto: Attrezzo-Education, troviamo sempre come primo obbiettivo il benessere dell'essere umano».

Il trekkmill^ è un metodo di allenamento e di group training musicale, che si basa sul legame, passo, ampiezza, intensita’ e sulla continua  formazione degli istruttori certificati. «Da 10 anni viviamo Rimini Wellness con questo programma sempre in evoluzione- prosegue Perron -. Il Festival quest'anno ha sofferto purtroppo, molto della crisi generale che affligge ormai sempre piu’ persone in generale, per cui si è registrato un ridotto numero degli espositori;nonostante questo, l'affluenza di visitatori è stata molto numerosa. Grande interesse poi per gli allenamenti che sono ora di tendenza.Tanti gli espositori che presentavano i loro prodotti dedicati all'allenamento funzionale, cioè al lavoro a corpo libero o con l’ausilio di piccoli e grandi attrezzi,con l’obbiettivo di riattivare e potenziare le varie catene funzionali appunto del corpo umano, rivisitazione in chiave moderna se vogliamo di esercizi ginnici usati gia parecchi anni fa».

Si è parlato poi molto della continua formazione dell'istruttore,parte insostituibile x chi tiene alla propria crescita personale, delle  Video lesson, che oggi arrivano perfino a presentare percorsi di allenamento in 3D grazie a maschere dedicate alla visione del percorso con cui cimentarsi con adattamenti in base all’allievo, agli spazi e con spettacolari effetti visivi.

«Tra le presenze più cool - sottolinea Perron -, oltre alla consacrazione di Tecnogym come top dell'industria italiana per la produzione di macchinari fitness, che ha presentato in vasta scala ed in uno stand avvenieristico, la nuova linea  skill completa e molto aggressiva nel design e nei colori scelti, poi, abbiamo trovato Virgin Active che con il suo palco di grande impatto ha espresso  attrazione e interesse sia verso gli utenti sia nei riguardi dei visitatori. Per non dimenticare l'Esercito Italiano presente con un grande muro dedicato al free climbing, dove militari coordinati sia nel look che nell’ organizzazione davano assistenza a chi volesse cimentarsi in un’impresa molto patriottica: raggiungere e toccare a 15 mt di altezza la bandiera Italiana. Insomma, tante kermesse, tanti palchi ed eventi. Non ci siamo trovati più in una fiera solo per addetti ai lavori, ma anche per fruitori del fitness, in tutte le sue piu’ insolite tipologie».

Perron infine ricorda con enfasi l'entusiamso e l'energia dei giorni trascorsi a Rimini: «Si vive quattro giorni con orari stranissimi, ti svegli prestissimo, corri , scambi idee x 10 ore  di seguito,vai a dormire molto tardi perchè sono tanti gli eventi a cui presenziare ma l'entusiasmo e l’energia sono ogni anno piu’ forti».

Sarà lo iodio della riviera adriatica, sarà la voglia di dare il massimo... comunque sia, si ritorna sempre con un bagaglio di novita’ed esperienze umane importanti .

(contenuto sponsorizzato)