Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Trofeo Carroccio, i grandi della scherma tornano al PalaBorsani

Questa mattina, 13 novembre, nella sala degli stemmi di Palazzo Maliverni del comune di Legnano si è tenuta la conferenza stampa del 42° “Trofeo Carroccio” che quest'anno torna ad essere coppa del mondo di spada Maschile, in programma dal 17 al 19 novembre al Palaborsani di Castellanza.

Molteplici gli interventi dei presenti in sala: il sindaco della città di Legnano Giambattista Fratus e la collega di Castellanza Mirella Cerini, l’assessore allo sport Alan Christian Rizzi, Giorgio Scarso presidente della federazione italiana scherma, Maurizio Novellini presidente comitato lombardo F.I.S., Alberto Oldrini (gran maestro del Collegio dei Capitani), Gianfranco Bonomi della Famiglia Legnanese, Daniele Zanardo presidente del Club scherma Legnano e infine ospite d’eccellenza Valerio Fedeli presidente onorario del C.S.L..

Daniele Zanardo si è detto soddisfatto e orgoglioso del lavoro di tutti coloro che stanno dietro le quinte e di portare avanti quanto fatto fino ad oggi. «Lo scherma uno sport conosciuto non solo nel territorio legnanese ma anche a livello nazionale e internazionale. Il risultato del Trofeo Carroccio attira sempre più presenze: quest'anno, infatti, si stimano circa 270 iscritti, numero senza precedenti»

É un messaggio di speranza, invece, quello che arriva dal sindaco Fratus affinchè nella città di Legnano si promuova lo sport: «Credo possa risolvere problemi nella vita sociale soprattutto per aiutare i ragazzi, per la loro cultura e mentalità. Risollevare le società sportive ad oggi è sempre più difficile, lo sport è sicuramente un traino per l’economia nell’ambito del nostro territorio».

Coinvolta e disponibile per questa tre giorni di sport anche Mirella Cerini: «Sarà l’occasione di mostrare le grandi potenzialità, non solo sportive, del nostro territorio: arriveranno, infatti, tantissimi atleti da tutto il mondo. E poi la scherma è uno sport "pulito", che insegna i valori fondamentali dello sviluppo e della crescita personale, ma veicola anche un messaggio di forte positività».

Due gli aspetti che stanno particolarmente a cuore ad Alan Rizzi, «coinvolgere sempre più i giovani attraverso queste manifestazioni del mondo dello sport e consentire alle discipline di mostrarsi e farle provare alle nuove generazioni».

«Il Trofeo Carroccio rimane nel panorama della storia internazionale e tocca tutti gli angoli del mondo per far crescere i ragazzi - è il messaggio di Giorgio Scarso -. La scherma è un punto di riferimento della cultura sportiva nel mondo, questo lo testimonia l’impegno federale. All'evento sarà presente tutto lo staff della nazionale e simboleggerà il mondo della spada di tutta Italia; la scherma non è solo medaglie e coppe del mondo, ma è soprattutto cultura

«Spada, rispetto e tradizione», queste le parole che utilizza Alberto Oldrini per decrivere il binomio tra il mondo del Palio e la scherma. «É giusto che in questa istituzione così importante il Palio di Legnano sia presente», ha chiosato il numero uno del Collegio dei Capitani e delle Contrade.

Maurizio Novellini, infine, ha sottolineato l’obiettivo di sinergia tra sport e benessere: l’uomo ha bisogno e deve tendere a migliorarsi, e non vi è cosa migliore che farlo attraverso uno sport come la scherma. Il desiderio, infine espresso, da Novellini è quello di un palazzetto pieno e vivo di persone per la tre giorni a tutta scherma che andrà in scena al PalaBorsani nel prossimo fine settimana.

(Sabrina Distante)