Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Busto Garolfo, Biondi proclamata sindaco: ecco il nuovo consiglio comunale

Dopo la conferma da parte dei bustesi nel segreto delle urne, martedì 28 maggio per Susanna Biondi è arrivata la proclamazione ufficiale: in controtendenza con il voto che il paese aveva espresso per le elezioni europee, Busto Garolfo ha deciso che per i prossimi cinque anni ci sarà ancora la prima cittadina uscente al timone di Palazzo Molteni.

In attesa del giuramento del sindaco davanti al consiglio comunale nella seduta di insediamento, intanto, sono state predisposte le nomine per i consiglieri comunali. Undici i seggi che il risultato delle amministrative ha assegnato a Busto Garolfo Paese Amico, la lista civica di centrosinistra che ha sostenuto la candidatura di Biondi. Cinque, invece, i banchi di opposizione che andranno al Centro Destra Unito, che ha raggruppato sotto un unico simbolo Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e la civica Nuovi Orizzonti di Libertà a sostegno di Angelo Pirazzini, predecessore di Biondi. Non è infine riuscita a superare la soglia necessaria per entrare in consiglio comunale la terza lista che ha corso per la poltrona più alta di piazza Diaz, Io sto con Busto e Olcella, civica a sostegno di Roberto D'Angelo.

Al netto di conferme e rinunce, sulla base delle preferenze espresse dai cittadini il nuovo consiglio comunale di Busto Garolfo vedrà tra i suoi banchi, come consiglieri di maggioranza, Patrizia Campetti (212 preferenze), Valentina Tunice (161 preferenze), Andrea Milan (160 preferenze), Giovanni Rigiroli (133 preferenze), Marco Zangirolami (131 preferenze), Stefano Carnevali (123 preferenze), Raffaela Selmo (119 preferenze), Anna La Tegola (116 preferenze), Francesco Binaghi (111 preferenze), Andrea Ceriotti (101 preferenze) e Aldo Dell'Acqua (101 preferenze). Consiglieri di minoranza, invece, saranno Angelo Pirazzini, Sabrina Lunardi (150 preferenze), Patrizia D'Elia (140 preferenze), Massimo Luigi Luoni (88 preferenze) e Vittorio Castoldi (79 preferenze).

Ancora in via di definizione la squadra di giunta, rispetto alla quale il sindaco però, già durante la campagna elettorale, aveva preannunciato l'intenzione di procedere ad una sostanziale conferma della squadra che l'ha affiancata negli ultimi cinque anni di governo cittadino.

(Leda Mocchetti)