Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Elezioni 2019: festeggiano Toia e Tovaglieri

Chiuse domenica 26 maggio alle 23 le urne per le elezioni europee, si compone il quadro dei risultati anche a Legnano, dove l'affluenza media si è attestata intorno al 60,63%, in calo rispetto alla tornata elettorale precedente.

La Lega Nord è il primo partito a Legnano. A fare incetta di preferenza anche nella Città del Carroccio è Matteo Salvini con 10.338 preferenze (691.201 nella circoscrizione Nord Ovest). Dopo il ministro dell'Interno troviamo la bustocca Isabella Tovaglieri con 396 preferenze a Legnano e 32.187 nella circoscrizione Nord Ovest. L'esponente del Carroccio di Busto Arsizio entra così in Parlamento. 

A Legnano il più votato per il Partito democratico è il capolista Giuliano Pisapia che ha ottenuto 1.575 preferenze. La  Pogliano Milanese Patrizia Toia ha ottenuto 1.184 preferenze nella città del Carroccio, dove è seconda dopo l'ex sindaco di Milano, e 79.217 voti nella sua circoscrizione entrando così in Parlamento. 

Terzo partito, il Movimento 5 stelle: in città la capolista Maria Angela Danzi ha ottenuto 106 preferenze seguita da Eleonora Evi con 90. La consigliera regionale Paola Macchi ha ottenuto 55 preferenze. Nella circoscrizione nord ovest questi i primi tre votati: Eleonora Evi 16.888, Tiziana Beghin 14.499, Maria Danzì, 14.222.

Quarto partito, Forza Italia: 817 le preferenze che i legnanesi hanno dato al capolista Silvio Berlusconi seguito dalla legnanese Roberta Paparatto, unica candidata alle europee di Legnano, che ha ottenuto 134 preferenze dai suoi concittadini. Le preferenze salcono a 1.959 nella circoscrizione Nord Ovest dove Paparatto è la nona più votata  e con ogni probabilità non andrà in Europa. 

Infine ha passato lo sbarramento del 5% Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia (535
voti a Legnano e 92.083 nella circoscrizione) seguita da Stefano Maulli (88 preferenze a Legnano e 9.080 nella sua circoscrizione). 

Non entra in Parlamento "Popolo della Famiglia - Alternativa Popolare" rappresentato dal legnanese Paolo Alli che ha ottenuto 1.469 voti nella sua circoscrizioni e 140 nella sua città.