Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Elezioni Busto Garolfo, ecco il programma di Busto Garolfo Paese Amico

«Un programma composto di 16 ambiti, con linee guida in continuità con quelle espresse cinque anni fa perchè la nostra visione è rimasta la stessa»: è questo l'identikit del programma con il quale Susanna Biondi e la lista che la sostiene Busto Garolfo Paese Amico si presentano ai cittadini in vista delle elezioni amministrative di Busto Garolfo del 26 maggio.

Accanto ad alcune opere già pronte a partire - come i lavori di riqualificazione del plesso Don Mentasti e del centro sportivo comunale o la nuova sala consiliare -, spiccano l'idea di un nuovo palazzetto dello sport da realizzare nell'area del centro sportivo comunale Roberto Battaglia - per far fronte soprattutto «all'esigenza di avere in paese palestre adatte alla pallavolo ed alla pallacanestro» - e di uno spazio comunale polifunzionale per la frazione di Olcella. Nei piani della lista, la location dovrebbe ospitare - in alcuni giorni della settimana - servizi comunali, come ad esempio lo scambio di volumi bibliotecari, il ritiro dei sacchi per la raccolta differenziata e l'emissione di certificati, e servizi sanitari, come ad esempio un centro prelievi. La nuova struttura permetterebbe anche di mettere a disposizione uno spazio per momenti aggregativi e culturali e per le associazioni.

Tra le proposte di Busto Garolfo Paese Amico anche un progetto di orientamento scolastico che proponga ai ragazzi di incontrare professioni e professionisti di cui diversamente non avrebbero magari conoscenza, corsi di formazione professionale legati alle esigenze occupazionali del territorio e l'istituzione di un tavolo permanente del lavoro e dello sviluppo economico tra attività produttive del territorio, scuole ed enti di formazioni e parti sociali.

Per «rendere possibile l'accesso ai bandi, sviluppare una gestione integrata degli eventi ed individuare strategie di confronto con altre realtà che per dimensioni possono avere esigenze simili», inoltre, la lista pensa alla creazione di un distretto intercomunale diffuso del commercio, insieme ad altri due Comuni.

Nel programma anche un miglioramento del parco comunale (con un percorso vita, un ampliamento nella zona antistante e la risistemazione dell'accesso all'incrocio tra corso Magenta e viale dei Tigli), la realizzazione di giardini pubblici attrezzati in zone del paese che ne sono attualmente sprovviste e nuove alberature e progetti di riforestazione urbana anche grazie al progetto ForestaMi di Città Metropolitana.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DI BUSTO GAROLFO PAESE AMICO

(Leda Mocchetti)