Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Regionali: Roberto Colombo confermato in "Obiettivo Lombardia per le Autonomie"

Sono stati presentati a Milano, al Comitato elettorale di Giorgio Gori in corso Buenos Aires 57/59,  i candidati della lista Obiettivo Lombardia per le Autonomie – Gori Presidente alle elezioni regionali del 4 marzo.

Presenti lo stesso candidato alla presidenza della Regione Lombardia, Giorgio Gori, l’onorevole Gianfranco Librandi (Pd), fondatore di Obiettivo Lombardia, e tutti i candidati della lista che sostiene la candidatura di Gori con un programma che punta sul rafforzamento delle autonomie locali per affrontare con efficacia le problematiche del territorio.

“L’amministrazione Maroni ha svuotato di significato le autonomie locali: in questi anni abbiamo perso responsabilità e autonomia di spesa. La Regione ha trasformato i comuni in semplici sportelli per i cittadini, per non parliamo delle comunità montane che si sono viste sottrarre competenze e l’80 per cento dei fondi, a favore dell’Amministrazione regionale a Milano”, ha detto Giorgio Gori. “Sono assolutamente convinto che abbiamo ottime possibilità di vittoria, i sondaggi che danno in vantaggio Fontana evidenziano allo stesso tempo un gradimento personale molto basso del candidato di centrodestra. Dobbiamo impegnarci per far conoscere le nostre proposte a quel 37% dei lombardi non ha ancora deciso per chi votare”.

Per il Legnanese, la lista sarà rappresentata da Roberto Colombo: " "Non è solo una lista, non è solo un simbolo - spiega Colombo -: è un insieme di persone, un insieme di progetti e di energie per dare voce a chi vuole come me che la politica sia fatta da persone competenti e preparate che diano ascolto alle problematiche del territorio dove un’idea se è buona rimane tale indipendentemente dalle ideologie, dove l’entusiasmo, la passione e il bene della comunità vengono al primo posto. Lavorando per molti anni in ambito edilizio-immobiliare conosco molto bene i problemi che negli ultimi anni affliggono il nostro paese. In questo io ci credo e cercherò la massima partecipazione di tutti".