Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Ex Pensotti-Sices: restano 40 lavoratori in cassa integrazione

Resteranno in cassa integrazione sino ad ottobre gli ultimi 40 lavoratori della Pensotti-Sices di Legnano in procedura fallimentare. Poi arriverà il licenziamento e la possibilità di accedere alla Naspi (indennità mensile di disoccupazione).

      Ne consegue che l'ammortizzatore di 12 mesi sancito dal decreto Salva Genova non verrà cambiato, ma resterà in vigore. 

I sindacati incontreranno il curatore fallimentare, avvocato Marco Bianchi, mercoledì 15 maggio e in quel contesto cercheranno di capire se l'area di via XX Settembre potrà essere venduta e come salvaguardare i lavoratori che non sono ancora riusciti a trovare una ricollocazione. 

In questi mesi, 110 dipendenti, su 150 coinvolti inizialmente, sono riusciti a trovare una soluzione: alcuni hanno raggiunto la pensione, altri hanno individuato un altro lavoro sul territorio. 

Nel contempo, secondo le parti sindacali vista la collocazione strategica,  l'edificio della fabbrica risulta appetibile. 

(Gea Somazzi)